Al Cnr di Pisa la conferenza nazionale sulla sicurezza informatica del sistema Italia

Tra i partecipanti della 4 giorni anche il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, e il presidente nazionale del Cnr Massimo Inguscio

Dal 12 al 15 febbraio il Cnr di Pisa ospiterà gli stati generali della cybersecurity italiana 'Itasec19', la terza conferenza nazionale sulla sicurezza informatica. Organizzata dal laboratorio nazionale di cybersecurity del Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica (in collaborazione con l’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr, la Scuola Imt di Lucca, le università di Pisa, Firenze e Siena) la conferenza ha l’obiettivo di riunire ricercatori e professionisti provenienti dal mondo accademico, industriale e governativo per discutere le sfide emergenti nel campo della cybersecurity.

"La partita sulla cyber sicurezza in Italia - afferma Il prof. Massimo Inguscio presidente del Cnr - va giocata coralmente. I centri di ricerca, il mondo delle imprese, quello bancario-finanziario e le amministrazioni pubbliche a livello centrale come territoriale, hanno davanti a loro una sfida che è mondiale. La risposta a questa prova coinvolge tutti noi".

"La convergenza del mondo digitale con quello fisico - aggiunge Inguscio - ha una serie di conseguenze significative dal punto di vista della sicurezza e della incolumità delle persone. Quella che nasce come sicurezza della informazione diviene sicurezza del sistema industriale (Industria 4.0), trasporti (ferroviario, aereonautico, su strada), della rete di distribuzione elettrica, del sistema sanitario, del sistema finanziario, delle smart cities e degli smart buildings e di tutte le infrastrutture critiche in generale. Ognuno di questi domini ha delle specificità dal punto di vista della cybersecurity che devono essere studiate e risolte nei prossimi anni".

"I numeri di 'Itasec19 sono di tutto rispetto - dice il prof. Paolo Prinetto in qualità di rappresentante degli organizzatori - sessanta speaker, quaranta relazioni scientifiche, cinque workshop, quindici start-up e venti sponsor rendono 'Itasec19' la conferenza di cybersecurity più importante sul territorio italiano. E ci auguriamo possa fare la differenza per il sistema Paese".

Il programma

Il programma prevede diverse sessioni scientifiche sulla sicurezza di reti e infrastrutture, sull’utilizzo di blockchain, intelligenza artificiale, biometria e quantum computing da un punto di vista sia accademico che sociale ed industriale. Ecco gli highliths della quattro giorni.

Martedì 12 febbraio, a partire dalle 11.30, Fabio Martinelli, dirigente di ricerca del Cnr-Iit, Maurizio Tesconi, Giacomo Giorgi, e Artsiom Yautsiukhin ricercatori del Cnr-Iit, presentano gli sviluppi dell’Osservatorio nazionale di cyber security del Cnr.

Mercoledì 13 febbraio alle 9, sono previsti gli interventi del ministro alla Difesa, Elisabetta Trenta e del presidente del Cnr, Massimo Inguscio. Sempre nella stessa giornata, alle 9.30, interverrà Roberto Baldoni, vice direttore generale del dipartimento delle Informazioni per la sicurezza (Dis). Alle 10, è prevista la premiazione di TeamItaly - la Nazionale Italiana di Cyberdefender. Alle 15.10, sarà la volta di Vittorio Calvanico, capo operazioni security di Monte dei Paschi di Siena.

Rocco de Nicola direttore del Centro congiunto di competenza sulla cyber security toscano (C3T) interverrà giovedì 14 febbraio alle 14.15 sempre nell’auditorium del Cnr ed alle 14.30 è la volta di Domenico Laforenza, presidente Area della Ricerca del Cnr di Pisa che introduce il panel 'Verso una rete nazionale di Centri Cyber: I'esempio Toscano'. Francesco Profumo, presidente della Compagnia San Paolo interverrà nella stessa giornata alle 17.30 sul tema di 'Sicurezza e privacy'.

Per tutta la durata dell’iniziativa, sono previste due mostre. La prima è 'Eroi e Vittime dei Social Media - Dai geroglifici a Facebook' a cura di Poste Italiane. La mostra illustra come nel corso dei millenni, i social media siano sempre esistiti sotto varie forme e siano stati sempre utilizzati per creare, veicolare e manipolare l’informazione e abbiano avuto il potere di esaltare o distruggere la reputazione dei soggetti. La seconda mostra, è a cura del Registro.it e prevede l’esposizione di pannelli realizzati dal disegnatore e fumettista Gabriele Peddes ed hanno come filo conduttore la sensibilizzazione contro il cyberbullismo.

Per infohttps://www.itasec.it/ e https://www.consorzio-cini.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento