Pedofilia: condannato a nove anni 40enne pisano

Era stato arrestato nel febbraio 2016 con le accuse di prostituzione minorile, minacce, adescamento minorile e violenza sessuale. Le vittime avevano fra i 13 ed i 17 anni

Primo verdetto nella torbida vicenda che vede coinvolto un 40enne pisano, ex autista di scuolabus, arrestato nel febbraio scorso con l'accusa di aver fatto sesso con minori adescandoli su Facebook. Il Tirreno riporta la notizia della condanna in primo grado: 9 anni di carcere.

L'accusa di prostituzione minorile non è stata accolta, passando ad atti consensuali sessuali con minorenni. Nessun maggiorenne, fra le 12 vittime anche un 13enne. Per adescare i ragazzini l'uomo spiava i loro profili Facebook in modo da intercettare i loro gusti, così da compiacerli.

Poi i regali ed i pagamenti, da 30 a 300 euro. Si faceva inviare foto in pose hard e poi passava all'azione organizzando incontri. I rapporti venivano consumati in auto, in luoghi appartati come i parcheggi dei cimiteri o dei supermercati dopo l'orario di chiusura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

  • Condizioni igieniche "precarie": chiusa mensa, serviva 9 scuole in provincia di Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento