Incendio Monte Pisano: dal governo 2 milioni per gli olivicoltori

Stanziamento per supportare chi ha perso le proprie coltivazioni nel disastroso incendio dello scorso settembre

Il territorio dopo l'incendio (foto Ansa)

Due milioni di euro per il Monte Pisano. E' quanto verrà stanziato dal governo dopo l'approvazione dell’emendamento che destina appunto due milioni di euro a titolo di ristoro per la produzione perduta a favore degli olivicoltori di Calci, Buti e Vicopisano colpiti dall’incendio dello scorso settembre.

"Queste risorse - afferma soddisfatto il deputato della Lega Edoardo Ziello - rappresentano un segnale concreto di grande attenzione e sensibilità da parte di questo governo e, in particolare, del ministro Centinaio e della Lega verso questo settore e le sue imprese impegnate nel nostro territorio. Questi due milioni sono la risposta migliore a chi negli ultimi mesi, invece di instaurare un clima di serenità e leale collaborazione con le più alte istituzioni dello Stato, si è cimentato in una folle campagna denigratoria nei confronti della Lega con il chiaro intento di speculare sulle disgrazie della nostra popolazione".

“Ringrazio ancora una volta il ministro Centinaio e il sottosegretario Candiani che si sono subito precipitati sui luoghi dell'incendio quando li ho contattati. La Protezione civile ha seguito egregiamente le operazioni di spegnimento e adesso, grazie al ministro Centinaio, arrivano 2 milioni per sostenere le imprese del lungomonte. Questi sono atti concreti che dimostrano quanto alla Lega piacciano i fatti, più che i proclami” aggiunge Susanna Ceccardi, coordinatore regionale della Lega Toscana.

“È stata una lunga battaglia - spiega Susanna Cenni, vicepresidente, in quota Pd, della Commissione agricoltura della Camera - iniziata con la missione della Commissione agricoltura, poi proseguita con la risoluzione approvata all’unanimità in Commissione. Finalmente, dopo gli interventi di Regione Toscana ed EELL, è arrivato un primo intervento finanziario anche dallo Stato che consentirà agli olivicoltori colpiti dagli incendi del settembre 2018 di avere un minimo di ristoro per la produzione perduta. Non tutto è risolto - conclude Cenni - ma è un segnale dovuto a chi ha scelto di mantenere la sua attività in un territorio non semplice, garantendo un presidio ambientale fondamentale”.

E grande soddisfazione è espressa anche dal sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti: "Ringrazio pubblicamente l'onorevole Susanna Cenni (Pd) per la tenacia ed il presidente della Commissione agricoltura On. Gallinella (M5S), con cui sono sempre rimasto in contatto, per questo risultato. E ringrazio il governo - scrive Ghimenti sulla sua pagina Facebook - ma, allora, avevamo ragione noi. Come dicevamo noi, il governo ed il Parlamento se vogliono possono aiutare il nostro territorio! Questo risultato è prezioso. Sono quindi orgoglioso di aver tenuto alta l'attenzione per Calci e mantenuto forte la richiesta. Noi continuiamo a chiedere aiuto anche per le case distrutte, gli hobbisti e la ulteriore messa in sicurezza del territorio. E, come avevamo promesso, siamo pronti a ringraziare ancora se avverrà!".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento