Malamovida: in 6 mesi di controlli oltre 60mila euro di sanzioni

La Prefettura pubblica il resoconto dei controlli effettuati dalle forze dell'ordine. Spiccano 7 arresti, 200 grammi di droga sequestrata e le sanzioni ai minimarket

La Prefettura di Pisa, dopo il confronto pubblico dello scorso 13 luglio al Ctp 6, pubblica il report dei risultati dei controlli anti malamovida dall'inizio dell'anno ad oggi. Sei mesi di pattugliamenti ed interventi di forze di polizia e militari, con sanzioni e sequestri.

Ecco i numeri nel dettaglio, fino al 9 luglio. A questi si aggiungono i 30 servizi effettuati esclusivamente per la Movida da Polizia e Carabinieri, che hanno arrestato in tutto 7 persone ed hanno proceduto al sequestro di 111,686 grammi di hashish e 84,406 grammi di marjuan.

 - 532 persone controllate;

 - 46 giovani sanzionati per un totale di 4.300 euro per aver orinato sulle strade pubbliche;

- 870 le bottiglie di birra sequestrate in quanto poste in vendita illegalmente;

- 3 borsoni sequestrati contenenti birre e superalcoolici;

- 8 i minimarket sanzionati per aver somministrato alcolici senza licenza, per un totale di euro 45mila;

- 2 i minimarket sanzionati per aver venduto bevande alcoliche (birre) oltre le ore 24 per un totale di euro 12.700;

- una sanzione da 1.000 euro ad un pubblico esercizio per aver violato, in occasione di uno spettacolo musicale svolto su una pubblica piazza, la normativa sull'inquinamento acustico;

- 8 le biciclette rinvenute in quanto usate per il commercio ambulante abusivo di bevande alcoliche;

- 21 carrelli del supermercato rinvenuti usati per vendere alcolici abusivamente;

- 4 cittadini extracomunitari, irregolarmente presenti sul territorio nazionale, sono stati invitati a presentarsi presso l'Ufficio Immigrazione;

- 4 cittadini extracomunitari sono stati sottoposti a rilievi fotodattiloscopici;

- un cittadino extracomunitario è stato segnalato alla Direzione Provinciale del Lavoro in quanto lavorava irregolarmente presso un minimarket.

Sono poi stati realizzate diverse iniziative condivise con altri soggetti del territorio. In particolare il Dsu Toscana ha realizzato vari interventi: dalla pulizia del piazzale retrostante Piazza dei Cavalieri potenziando il servizio prestato, al taglio della siepe intorno al monumento presente al centro del piazzale, alla riattivazione dell'illuminazione della zona, alla rimozione dei carrelli del supermercato posteggiati nel piazzale e utilizzati per traffici imprecisati, al consolidamento della collaborazione con le forze dell'ordine anche attraverso il proprio sistema di videosorveglianza.

Altri interventi futuri riguarderanno il potenziamento della videosorveglianza, richiesta alla Scuola Normale Superiore dopo gli atti di vandalismo, al fine di garantire una copertura totale della Piazza e dei suoi monumenti. Il Comune e le altre amministrazioni universitarie verificheranno la possibilità di ampliare la videosorveglianza alle vie limitrofe ed agli spazi di propria pertinenza e ancora non coperti.

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento