menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Pontedera, allarme prostituzione: controlli specifici in zona stazione

Il Comune sta cercando di rendere più sicuro e di rivitalizzare il quartiere attraverso opere di riqualificazione urbana e l'organizzazione di iniziative. Il vicesindaco: "La zona non presenta rischi e criticità"

Controlli specifici per limitare il fenomeno della prostituzione in zona stazione a Pontedera, un fenomeno che, come afferma lo stesso vicesindaco Massimiliano Sonetti, "si ripresenta ciclicamente da decenni e che è difficile da estirpare a causa delle carenze normative e del rischio di limitare la libertà dei cittadini nelle strade della città".
Il quartiere rappresenta un'area particolarmente delicata che il Comune ha cercato nel tempo di rivitalizzare attraverso la riqualificazione urbana (nuova illuminazione pubblica, nuova piazza) e tramite l'organizzazione di varie iniziative disseminate lungo l'arco dell'anno, su tutte il mercatino della filiera corta e la pista di pattinaggio su ghiaccio nel periodo natalizio, che hanno richiamato un grande numero di persone in una zona che sta diventando sempre più parte integrante della città.

Per combattere il fenomeno della prostituzione e rendere il quartiere più sicuro, l'amministrazione comunale, in collaborazione con le forze dell'ordine, ha predisposto appunto un'azione di controllo, a cui partecipa anche la Polizia Municipale.

"Il Comune - afferma il vicesindaco Sonetti - ha anche attivato il personale sociale nell’ambito dei progetti di 'prossimità'. Si tratta cioè di operatori sociali che vanno sul campo a cercare di aiutare le persone in difficoltà e che attuano una certa forma di controllo del territorio. Di fronte a tutte queste iniziative però - aggiunge - va ribadito che l’unico modo per rendere vitale e qualificato un quartiere è quello che i cittadini lo frequentino e lo vivano. Anche guardando i dati, negli ultimi mesi nella zona della stazione la situazione non presenta particolari rischi e criticità".

 

 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Neonato muore al Pronto Soccorso

    • Cronaca

      Maltempo: tromba d'aria a Marina di Pisa

    • Incidenti stradali

      Pontedera, investita da un'auto: muore barista

    • Cronaca

      Santa Maria a Monte, serpente in camera da letto: panico in casa

    Torna su