Raid alle auto in sosta: resta in carcere l'autore dei vandalismi

Il gip ha convalidato l'arresto. Per il giovane, in attesa del processo, è stata disposta la custodia cautelare in carcere. Le indagini proseguono per accertare l'eventuale coinvolgimento di altre persone

Finestrino spaccato in piazza San Silvestro

Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato questa mattina, 14 gennaio, il fermo dell'uomo sospettato di essere l'autore del raid predatorio che ha visto spaccati in centro storico decine di finestrini di auto in sosta. Si tratta di un giovane di origini marocchine, classe '91, già noto alle forze dell'ordine per precedenti di polizia. Per lui, in attesa che si svolga il processo, è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Lo straniero era stato individuato dai Carabinieri di Pisa dopo che quest'ultimi avevano effettuato precisi controlli su vari soggetti sospetti, utilizzando anche le immagini riprese dalla videosorveglianza cittadina. Quando l'uomo è stato fermato dai militari aveva ferite al collo, alle mani e sangue sul corpo: tracce quindi compatibili con l'azione delittuosa. In suo possesso sono stati poi trovati un paio di occhiali rubati e, infine, si è arrivati ad una parziale ammissione di colpa. Il 27enne ha infatti ammesso la propria responsabilità in riferimento ad alcuni degli episodi accaduti nella notte tra l'8 e il 9 gennaio.

Le indagini quindi proseguono per accertare se siano o meno coinvolte altre persone nei raid che si sono verificati in mezza città. Le tracce di sangue trovate sui vetri frantumati sono state repertate dai Carabinieri e, se dovesse essere necessario, potranno essere confrontate con il dna dell'arrestato.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Cede il fondo stradale: chiuso cavalcavia della superstrada

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Coronavirus, l'epidemiologo fa il punto: "Massima allerta, ma niente panico"

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

Torna su
PisaToday è in caricamento