Convegno a Castelnuovo di Val di Cecina: 'Borghi della Toscana: quali prospettive?'

Il sindaco di Castelnuovo Val di Cecina, Alberto Ferrini, in collaborazione con il CoSviG – Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche, dà appuntamento per lunedì 16 ottobre alle ore 10.30 presso la Villa Ginori Conti, in Piazza Matteotti, in occasione del convegno dal titolo:“Borghi della Toscana: quali prospettive? Progetti di valorizzazione e di promozione territoriale a Castelnuovo di Val di Cecina e nell’area geotermica ”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Punta al turismo diffuso, a un’azione di marketing organica e al recupero immobiliare del borgo medievale. Il comune toscano di Castelnuovo di Val di Cecina, il più meridionale della provincia di Pisa, a pochi kilometri da Grosseto e Siena, ha tutte le carte in regola per rientrare nella politica nazionale finalizzata al rilancio dei piccoli centri dal fascino discreto e dalle atmosfere slow.E’, infatti, uno di quei borghi a cui il governo ha rivolto l’attenzione nel ratificare la recente legge a sostegno dei piccoli centri e delle tante aree territoriali che, per le loro potenzialità, rappresentano un tesoro per il turismo italiano. Proprio per fare il punto sulla situazione e creare un laboratorio permanente d’idee nonché per favorire l’innesco di dinamiche virtuose di valorizzazione territoriale, il sindaco di Castelnuovo Val di Cecina, Alberto Ferrini, in collaborazione con il CoSviG – Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche, dà appuntamento per lunedì 16 ottobre alle ore 10.30 presso la Villa Ginori Conti, in Piazza Matteotti, in occasione del convegno dal titolo: “Borghi della Toscana: quali prospettive? Progetti di valorizzazione e di promozione territoriale a Castelnuovo Val di Cecina e nell’area geotermica ” “La Toscana presenta una vocazione turistica diffusa, riferibile non soltanto alle grandi città d’arte o alle località marittime o ad alcune aree rurali di particolare notorietà” afferma Ferrini “Esiste anche una Toscana nascosta molto meno conosciuta ma già interessata da un non trascurabile flusso di turisti e che, con i suoi borghi, i beni culturali, la natura e i prodotti tipici, ha ancora molte potenzialità da esprimere”. Recentemente la stessa Regione Toscana ha predisposto una strategia di rilancio dei percorsi e della sentieristica che va sotto il nome di “Via degli Etruschi”. Da poco è stato approvato un pacchetto da 35 milioni di euro per il rifacimento stradale della SR 439 in direzione nord, con interventi di ripristino della viabilità nella SP 17 Valli del Pavone in direzione Randicondoli. E, a fianco di questi importanti interventi, nasce la necessità di unire le forze per creare percorsi integrati, rilancio della zone termali, attrattori per un turismo colto dove musica e scienza possono essere un elemento caratterizzante. Al convegno interverranno: •Alberto Ferrini, Sindaco di Castelnuovo Val di Cecina •Piero Ceccarelli, Amministratore di CoSviG •Stefano Romagnoli, Regione Campania •Loris Martignoni, Sindaco Pomarance •Giacomo Termine, Sindaco Monterotondo Marittimo

Torna su
PisaToday è in caricamento