Ex Continental: oltre 100 lavoratori al corso per il settore automotive elettrico

Il percorso formativo universitario è volto a dare ai dipendenti del comparto ricerca della Vitesco le conoscenze per sviluppare componenti e sistemi per veicoli elettrici e ibridi

Sta per prendere il via il corso per oltre 100 dipendenti della sede pisana di Vitesco Technologies, volto a insegnare le conoscenze di base per sviluppare componenti e sistemi per veicoli elettrici e ibridi, nel solco di quanto annunciato dall'azienda (ex Continental) nella strategia industriale dopo la paura degli esuberi. Finanziata dalla Regione Toscana tramite voucher formativi, l’iniziativa nasce infatti dalla necessità del gruppo Vitesco Technologies di riformare il reparto ricerca e sviluppo per soddisfare il mercato dell’automotive previsto per i prossimi anni, spostandosi verso la mobilità elettrica. A causa della rapida transizione alle tecnologie della mobilità elettrica, Vitesco Technologies aveva annunciato dei tagli a partire dal 2023 per rilanciare il gruppo nelle nuove sfide che interessano principalmente gli stabilimenti che producono componenti per motori termici, tra cui lo stabilimento di Pisa. In breve tempo i responsabili dello stabilimento pisano, con l’Università di Pisa, l’Unione Industriale Pisana e la Regione Toscana, sono riusciti a creare un percorso formativo universitario con rilascio di crediti formativi, che risponde alla necessità di formare personale qualificato per la trasformazione tecnologica.

Il corso di perfezionamento in 'Automotive Electronics and Powertrain Electrification' è stato presentato ai dipendenti e alle istituzioni lo scorso 10 febbraio presso la sede di Vitesco Technologies a San Piero a Grado (Pisa). Erano presenti Paolo Tedeschi, funzionario della Regione Toscana, Riccardo Toncelli Plant Manager Vitesco, il prorettore dell’Unipi con delega al Trasferimento Tecnologico Prof. Marco Raugi, il direttore del Dipartimento di Ingegneria di
Informazione dell’Unipi Prof. Giuseppe Anastasi, il responsabile del Corso di formazione Prof. Sergio Saponara, la presidente dell’Unione Industriale Pisana Patrizia Alma Pacini, il direttore della UIP, Carlo Frighetto oltre ai corsisti-lavoratori interessati dal progetto.

"La formazione durerà da febbraio a luglio - spiega Giuseppe Anastasi, direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa - per quasi 500 ore di lezioni e laboratori. Riteniamo fondamentale che le competenze sviluppate all’interno dell’Università siano ora messe al servizio del territorio, fornendo ai dipendenti di Vitesco Technologies le basi fondamentali per poter far fronte alla ristrutturazione annunciata dall’azienda, e fare in modo che gli stabilimenti pisani restino strategici".

Il corso di perfezionamento è diretto da Sergio Saponara, docente di Elettronica dei Veicoli al DII e uno dei maggiori esperti in Italia di automotive, auto elettrica e sistemi di nuova generazione per industria 4.0, volti al miglioramento dei processi di produzione. Con il suo team di ricerca è parte di diversi progetti di ricerca internazionali su veicoli di nuova generazione, ad alta efficienza e a basse emissioni di CO2, e sulla mobilità intelligente.

"Il mercato dell’automotive e tutti i settori interessati dal consumo di carburanti fossili nei prossimi anni subiranno dei forti cambiamenti, delle vere e proprie rivoluzioni - dice Toncelli amministratore delegato di Vitesco Technologies - lo stabilimento produttivo di Pisa è stato chiamato ad affrontare tale sfida ed ha reagito coinvolgendo le risorse che il territorio pisano e tutta la regione Toscana mettono a disposizione attraverso competenze adeguate per cogliere tutte le opportunità del prossimo futuro. Ci auguriamo che questo corso di formazione rappresenti solo un primo passaggio di collaborazione con tutti i partner che ci stanno sostenendo in questo momento per essere sempre più preparati ad affrontare i cambiamenti imposti dalla necessità di una mobilità sostenibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Regione Toscana - dice Paolo Tedeschi della Regione Toscana - si è mossa rapidamente: a fine novembre il Presidente Rossi ha incontrato i vertici europei di Vitesco, dopo due mesi, il corso può partire. Si tratta di un punto di partenza reso possibile dall’impegno di Regione, Università, Unione Industriale Pisana, che a breve verrà completato dalla sigla di un protocollo di intesa tra Regione e Vitesco per accompagnare l’intero percorso di transizione verso la tecnologia della mobilità elettrica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus in Toscana: 19 nuovi casi, ultimo paziente in terapia intensiva

Torna su
PisaToday è in caricamento