Autismo: a Pisa il corso gratuito per favorire l'accessibilità museale

L'obiettivo è formare specialisti per permettere l'ideazione di percorsi dedicati. Le adesioni possono essere inviate entro l'8 gennaio

In occasione della mostra 'L’arte risveglia l’anima', le associazioni 'L’immaginario' e 'Autismo Firenze', in collaborazione con il Sistema Museale di Ateneo e con il sostegno e la collaborazione di Fondazione Stella Maris, propongono un corso di formazione rivolto a operatori museali ed educatori dedicati all’autismo, finalizzato a condividere esperienze e sviluppare le competenze necessarie per la creazione di nuovi programmi museali accessibili alle persone nello spettro autistico.

Il corso, che si svolge al Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi, è a cura di Cristina Bucci. Si tratta di un evento di formazione innovativo e di alta qualità finalizzato alla disseminazione di programmi accessibili alle persone neurodiverse nei musei italiani; il corso (previsto per il 20 gennaio) che è già stato realizzato in altre città italiane, contribuendo al notevole aumento di accesso ai musei di persone con disabilità. Il Prof. Filippo Muratori, Direttore dell’Unità Operativa di Psichiatria dello Sviluppo dell’IRCCS Fondazione Stella Maris e docente dell’Università di Pisa introdurrà il corso.

I corsisti avranno l’opportunità di partecipare a un’attività di visita alla mostra 'L’arte risveglia l’anima' con persone autistiche, condotta dai formatori. Il corso è di 22 ore e  può accogliere un massimo di 30 persone tra educatori museali ed educatori dedicati all’autismo. Si richiede l’iscrizione obbligatorio entro l’8 gennaio inviando la richiesta a accessibilita@sma.unipi.it. La partecipazione è gratuita grazie al contributo della Fondazione Stella Maris. 

Il traguardo è quello di far conoscere e valorizzare le potenzialità delle persone autistiche, così da restituire loro dignità e ruolo sociale. Tra gli obiettivi formativi quelli di  condividere un’idea dell’autismo come di una condizione di neurodiversità dotata di grandi potenzialità in ogni sua manifestazione; mettere a fuoco gli obiettivi di un’attività museale accessibile alle persone con autismo con l’approfondimento di tutti gli approcci possibili. in pratica il corso intende  sperimentare strategie di relazione e modalità di facilitazione valide in ambito museale, ma utilizzabili anche in altri contesti.

Sede: Museo della Grafica, Palazzo Lanfranchi, Lungarno Galileo 9. 

Formatori: Cristina Bucci, L’immaginario associazione culturale; Francesca Corradi, Sistema Museale di Ateneo, Pisa; Angela Dini, Museo di Storia Naturale di Calci; Anna Maria Kozarzewska, Associazione Autismo Firenze onlus; Filippo Muratori, Università di Pisa, IRCCS Stella Maris;   Marilena Zacchini, Casadasé Firenze, Fondazione Sospiro, Dipartimento di Salute Mentale Piacenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Bimbo di 5 anni salvato dalle sofferenze di un tumore, i genitori: "Grazie"

  • Coronavirus in Toscana, 5 nuovi casi: un decesso a Pisa

  • Consegna a domicilio di cocaina: in manette due fratelli pusher

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento