Sparatoria al Cep: il 21enne arrestato non parla e resta in carcere

Convalidato dal Gip l'arresto con la custodia in carcere per Patrizio Giovanni Iacono. All'interrogatorio di garanzia si è avvalso della facoltà di non rispondere

Si è svolto questa mattina, 12 febbraio, l'interrogatorio di garanzia di Patrizio Giovanni Iacono, il 21enne sardo che venerdì scorso ha sparato contro alcuni clienti della Caffetteria Tirreno, 'colpevoli' secondo le ricostruzioni di averlo rimproverato per delle scorribande in moto compiute nel quartiere e nei pressi dell'esercizio. Il giovane, assistito dal legale di fiducia Elias Vacca di Alghero e da Giuseppe Carvelli a Pisa, davanti ai magistrati si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Nelle dichiarazioni libere "ha comunque voluto esprimere il suo dispiacere per quanto accaduto" ha detto l'avvocato Carvelli. Il Gip ha disposto per Iacono, accusato di tentato omicidio, la custodia carceraria, in attesa dell'evolversi delle indagini e delle successive fasi processuali.

Sui motivi dell'agire e sui punti oscuri della vicenda, come il ritrovamento delle armi in sua disponibilità nonostante fosse ai domiciliari, nessuna parola. "Stiamo valutando le risultanze e la strategia difensiva - ha commentato Carvelli - vedremo cosa emergerà dalle indagini del PM e nel caso dalle eventuali indagini difensive".

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • Cadavere nel parcheggio ad Ospedaletto: disposta l'autopsia

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento