Danni e vetri rotti al Bazeel, il titolare: "I soliti spacciatori che non temono più nemmeno la Polizia"

Un raid in piena regola contro il locale già in passato al centro delle cronache. Aggredito poi in pieno giorno un aiuto cuoco. L'estate scorsa invece violenta aggressione ai danni di De Nigris

Ancora un drammatico episodio intorno alle 4 della notte scorsa, tra sabato 26 e domenica 27 gennaio, in pieno centro storico a Pisa. A farne le spese, come già accaduto in passato, il locale Bazeel di piazza Garibaldi, che ormai deve convivere con aggressioni e vetri rotti. A raccontare ciò che è accaduto è il titolare Dario De Nigris, pestato a sangue la scorsa estate durante una mega rissa.
"Ieri sera, come sempre accade, non abbiamo fatto entrare nel locale alcune persone, spacciatori che ormai conosciamo molto bene, era già intervenuta la Polizia, poi poco dopo, come a vendicarsi del fatto di essere rimasti fuori, sono entrati in azione sul retro, in vicolo delle Donzelle. Hanno spaccato una porta e una finestra, hanno rovesciato i bidoni dell'immondizia e sono fuggiti" racconta amaro De Nigris. Con un tono quasi di rassegnazione vista una situazione che non accenna a cambiare. "Indubbiamente con la nuova amministrazione comunale ci sono più controlli, questo è innegabile, assistiamo ad arresti quotidiani - spiega De Nigris - ma il punto è che queste persone non hanno paura, sfidano le forze dell'ordine e anche se finiscono in manette dopo pochi giorni tornano a fare ciò che facevano prima. Pisa si deve interrogare su come poter arginare questi fenomeni, perchè altrimenti il centro storico muore".

Degrado, commercio abusivo, droga, gente che urina tranquillamente per strada. Tutte situazioni con cui ormai i commercianti convivono. "Purtroppo adesso chi viene a Pisa è perchè sa che qui trova droga, chi vuole invece passare una bella serata in tranquillità in centro non viene per evitare di ritrovarsi in situazioni poco piacevoli - sottolinea ancora il titolare del Bazeel  - il calo di affluenza è evidente e per noi commercianti è davvero difficile, è una situazione insostenibile".aggressione bazeel pisa 27 gennaio 2019-2
Stanotte a fare danni sul retro del locale sono state forse un paio di persone: "Frequentano la zona, sono sempre i soliti che bazzicano nel vicolo per lo spaccio. Domattina andrò a presentare denuncia, probabilmente saranno riconosciuti grazie alle immagini della videosorveglianza, ma il punto è che non hanno paura. Le telecamere, i maggiori controlli non servono più come deterrente. Lo stesso individuo che d'estate mi aggredì brutalmente pochi giorni dopo era di nuovo qui nei dintorni".

E purtroppo neppure il tempo di terminare il racconto dell'episodio notturno che si verifica una nuova aggressione stavolta in pieno giorno. Intorno alle 17 di oggi, domenica 27 gennaio, tre stranieri sono entrati sempre dal retro. "Hanno aggredito un aiuto cuoco che in quel momento si trovava in cucina - racconta De Nigris - sono venuti alle mani e sono riusciti poi a fuggire prima dell'arrivo della Polizia". Fortunatamente il dipendente del Bazeel non ha riportato lesioni. "Ormai è veramente un assedio" conclude il titolare.

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Bollette della luce: consigli per non avere brutte sorprese d'estate

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

Torna su
PisaToday è in caricamento