Piazza Santa Caterina: installato il nuovo defibrillatore 

Lo strumento è stato donato dalla Fondazione Pisa in ricordo di Ezio Pala

Pisa sempre più cardioprotetta: è stato collocato in Piazza Santa Caterina un nuovo defibrillatore automatico esterno (DAE), donato dalla Fondazione Pisa, in ricordo Ezio Pala, in collaborazione con l’associazione CecchiniCuore onlus. Ezio Pala, noto commercialista, conosciutissimo a Pisa oltre che per la sua professione anche per il suo attaccamento a memorie e tradizioni storiche cittadine, ha avuto ruoli importanti nella Fondazione Pisa ed è stato anche presidente del Rotary Club.

Mercoledì 17 luglio è stato inaugurato ufficialmente il DAE n. 508, posto nei pressi dell’ingresso della Scuola Sant’Anna, alla presenza, oltre a molti amici, parenti e colleghi di Pala, di Gianna Gambaccini, assessore alle Politiche sociali, di Maurizio Cecchini, presidente Cecchini Cuore onlus, del Presidente Cosimo Bracci Torsi e del VicepresidenteMassimo Messina della Fondazione Pisa. Presente anche Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna.

"Oltre al riconoscimento per il costante impegno che il Dottor Cecchini dedica nella diffusione dei defibrillatori, quali strumenti salvavita, su tutto il territorio comunale, desidero esprimere un grande ringraziamento alla Fondazione Pisa - ha dichiarato l’assessore al sociale Gianna Gambaccini - per questa importante donazione che permette di rendere cardioprotetta anche questa piazza della città. L’impegno della Fondazione Pisa in tantissimi progetti di tipo sociale e culturale costituisce un patrimonio fondamentale per la città, una risorsa importantissima per contribuisce con interventi e servizi a favore della comunità e del territorio".

"Ricordo che Pisa è una delle città più cardioprotette d’Italia - ha spiegato il dottor Maurizio Cecchini - con oltre 460 defibrillatori nel solo territorio comunale. Grazie all’installazione di questi apparecchi salvavita, abbiamo potuto salvare già molte persone colte da arresto cardiaco. Basta pensare che solo a Pisa negli ultimi 12 anni, su 19 casi di arresto cardiaco, ben 12 persone sono state salvate grazie all’utilizzo del defibrillatore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dottor Cecchini ha poi ricordato l’importanza dei corsi di formazione che l’associazione Cecchini Cuore Onlus svolge su tutto il territorio per espandere il più possibile la rete di persone formate ad intervenire in caso di necessità e, a tal fine, ha fornito anche una breve dimostrazione sull’utilizzo del defibrillatore appena installato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento