Navacchio, ambulatori nel degrado: "Intonaco pericolante e umidità"

La denuncia di un utente sulle condizioni del centro sanitario sulla Tosco Romagnola: "A quando l'apertura della nuova Casa della Salute di Casciavola?"

La situazione al centro sociosanitario di Navacchio

"Un edificio che versa in condizioni fatiscenti e non adeguato alle norme di sicurezza vigenti". E' la denuncia di un utente, Antonino Praticò, riguardo alla situazione del centro sociosanitario di Navacchio, sulla Tosco Romagnola, di proprietà della Società operaia di mutuo soccorso e in affitto alla Asl 5 di Pisa. "La sala d'attesa che ospita tutte le mattine più di cento pazienti - afferma Praticò - è insufficiente sia come metratura che come posti a sedere e igiene, con sedie invecchiate dal tempo, macchie di umido diffuse e intonaco pericolante. L'accesso è inoltre sprovvisto di una pedana per l'accesso dei disabili".

Una situazione non certo adatta alla funzione che l'edificio svolge ormai da diversi decenni. Da alcuni anni si parla inoltre di traferire il centro a Casciavola, in via De Andrè, dove da tempo si attende l'apertura della Casa della Salute. Un edificio, quest'ultimo, "che hanno iniziato a costruire da circa dieci anni - continua Praticò - e che hanno completato da un paio di anni. Ma c'è sempre qualche problema che ne impedisce l'apertura, l'ultimo dei quali ha riguardato gli impianti antincendio dove sono stati rilevati materiali non in linea con l'attuale normativa".

La Casa della Salute di Casciavola, che da tempo attende di essere inaugurata, è stata realizzata grazie ad un accordo di programma tra Comune di Cascina e Asl 5 di Pisa. L'obiettivo sarebbe ora quello di aprirla entro l'estate. "Il presidio sulla Tosco Romagnola - conferma l'assessore cascinese Edoardo Ziello - versa effettivamente in condizioni fatiscenti perchè ci sono problemi legati alla manutenzione dell'edificio con rimpalli di responsabilità nei quali preferisco non entrare. Entro l'estate 2018 contiamo di aprire la nuova Casa della Salute di Casciavola".

La costruzione del nuovo presidio ha però avuto un iter piuttosto complesso. "La costruzione è iniziata da circa un decennio - prosegue Ziello - e nel mentre ci sono state diverse problematiche legate anche al fallimento della ditta che effettuava i lavori. Quando si è insediata la nostra amministrazione abbiamo scoperto che i lavori erano finiti ma non erano stati fatti a regola d'arte. Quello che abbiamo fatto è stato sbloccare nuovamente la pratica e avviare nuovi lavori, per la messa a norma, che sono stati realizzati dalla Asl da ottobre 2017 e che sono stati ultimati circa un mese fa. Al momento manca solo la presentazione della SCIA antincendio, che dovrebbe avvenire in questi giorni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento