Autobus: Ctt Nord presenta dieci nuovi mezzi extraurbani

I pullman circoleranno su tutto il territorio della provincia. Il presidente Zavanella: "Aumentiamo la qualità del trasporto pubblico". Critiche alla Regione

La Ctt Nord nella tarda mattinata di giovedì 8 novembre ha presentato dieci nuovi mezzi extraurbani presso il centro di deposito di Ospedaletto. Insieme al presidente della compagnia Andrea Zavanella hanno presenziato alla cerimonia alcuni sindaci e assessori delle amministrazioni del territorio, insieme al nuovo presidente della provincia Massimiliano Angori.

La soddisfazione del numero uno di Ctt Nord è grande, poiché "con i dieci mezzi che presentiamo oggi facciamo un altro passo in avanti verso il raggiungimento degli obiettivi indicati nel contratto ponte che lo scorso anno abbiamo stretto con la regione Toscana". Sulla provincia pisana Ctt Nord prevede di introdurre 90 nuovi autobus entro il mese di settembre 2019, "ma siamo convinti di poter completare questo investimento già nei primi mesi del nuovo anno", ha spiegato Zavanella.

La compagnia di trasporto pubblico, dopo aver effettuato investimenti simili nelle settimane passate per le zone della Lunigiana, del livornese e dell'alta Val di Cecina, ha spostato la sua attenzione sul territorio provinciale pisano. La decisione di rinnovare il parco mezzi delle linee extraurbane è scaturita dal fatto che nel 2015 un intervento simile di 'ringiovanimento' dei mezzi era stato attuato per i mezzi delle linee urbane. "Ci auguriamo in questo modo - ha specificato il presidente di Ctt Nord - di migliorare la regolarità dei servizi e agevolare gli spostamenti degli studenti e dei lavoratori che frequentano l'articolata provincia pisana". E proprio il neopresidente della provincia Massimiliano Angori ha fatto seguito alle parole di Zavanella, specificando come "il tema della viabilità sia sempre al centro del dibattito politico e civile. Poter usufruire di un servizio di trasporto pubblico ben organizzato è un passo in avanti per l'intera popolazione".

Pienamente soddisfatto del nuovo investimento anche l'assessore ai Lavori pubblici e alla Cura della qualità urbana del Comune di Pisa Raffaele Latrofa, che però ha puntato il dito contro i gravi ritardi nell'attuazione di regolari bandi di gara per l'assegnazione degli investimenti sul trasporto pubblico. "Il contratto ponte purtroppo è soltanto un palliativo - ha spiegato - gran parte dei mezzi pubblici dei nostri territori versano in condizioni molto negative. Fortunatamente Ctt Nord ha deciso comunque di investire cifre importanti sul ringiovanimento del proprio parco mezzi: si deve far passare il messaggio che il trasporto pubblico è uno degli strumenti più forti per la realizzazione di una mobilità sostenibile".

Un concetto condiviso sia da Angori che da Zavanella, il quale ha specificato come la mancanza di appalti pubblici indetti dalla regione dal 2010 abbia portato la compagnia ad avere "ancora molti mezzi Euro 1 e 2, con un buco consistente nei mezzi Euro 4 e 5". "Per questo motivo l'azienda non può ancora avviare il mantenimento ed il potenziamento del parco mezzi - ha concluso - ma deve necessariamente colmare questo ritardo investendo sul recupero".

Nuovi mezzi e novità

Nonostante un gap evidente fra la maggioranza dei mezzi ancora circolanti ed i regolamenti emessi a livello europeo, la Ctt Nord ha in cantiere anche ulteriori novità che gradualmente faranno il loro debutto nei prossimi mesi. "Doteremo le fermate urbane di paline elettroniche che aggiorneranno in tempo reale i passeggeri sui tempi di attesa dell'autobus - ha spiegato Zavanella - e continueremo ad investire anche sullo sviluppo ed il potenziamento di app per disposiviti mobili sui quali consultare informazioni sui servizi erogati, sui percorsi e per l'acquisto di tutti i tipi di biglietti". "Inoltre a partire dai primi mesi del 2019 debutteranno anche alcuni autobus ibridi di nuovissima generazione, dotati di motore elettrico e diesel, in grado di abbattere i costi e le emissioni, così come richiesto dalle sempre più stringenti norme comunitarie in merito ai trasporti".

I bus presentati sono dieci Iveco 'Crossway' nella versione da 10,5 metri, motorizzati Diesel Common Rail Euro 6. Si tratta di mezzi totalmente climatizzati, la cui configurazione prevede 47 posti a sedere con due strapuntini aggiuntivi, dai 15 ai 32 posti in piedi ed uno spazio riservato allo stazionamento di una sedia a rotelle: per i passeggeri a mobilità ridotta è previsto l'accesso al mezzo tramite una rampa elettrica.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • guarda come si autocelebrano tutti tronfi....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nuovi poliziotti a Pisa: "Ancora nessuna assegnazione per la nostra città"

  • Cronaca

    Spillo nel pandoro comprato al supermercato

  • Cronaca

    Parco di Cisanello: imminente l'avvio dei primi interventi di bonifica

  • Cronaca

    Una pisana tra i protagonisti del nuovo reality di Rai 2 dedicato alla cucina

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 17 e 18 novembre

  • Albero crolla su un'auto lungo la Tosco-Romagnola: ferito il conducente

  • Investito di notte sull'Aurelia, muore 23enne: arrestato il conducente

  • Fuori controllo in Borgo Stretto aggredisce agenti della Municipale: arrestato

  • Omicidio Marchesano, Danny Scotto ha confessato: è lui l'assassino

  • Terremoto nel volterrano: magnitudo 2,2

Torna su
PisaToday è in caricamento