Rischio incendi boschivi: dal 1° luglio scatta il divieto di abbruciamenti

Previste multe salate per i trasgressori. In caso di focolai avvisare i Vigili del fuoco

Da domani mercoledì 1 luglio parte il periodo a rischio incendi boschivi, istituito dalla Regione Toscana fino al 31 agosto in base al Regolamento Forestale della Toscana. Entra pertanto in vigore domani il divieto assoluto di abbruciamento su tutto il territorio regionale. Oltre al divieto di bruciare residui vegetali, è vietata qualsiasi altra accensione di fuochi, compreso l'uso di lanterne cinesi (che è ordinariamente vietato nel periodo di alto rischio), ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all'interno delle aree attrezzate. Anche in questi casi vanno, comunque, osservate le prescrizioni del regolamento forestale. La mancata osservanza delle norme di prevenzione comporta l'applicazione di pesanti sanzioni previste dalle legge. Si ricorda infine l'importanza di segnalare tempestivamente eventuali focolai al numero verde della Sala operativa regionale 800.425.425 oppure ai Vigili del fuoco, chiamando il 115.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Consegna a domicilio di cocaina: in manette due fratelli pusher

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 19 nuovi casi, ultimo paziente in terapia intensiva

Torna su
PisaToday è in caricamento