Pontedera, all'ospedale 'Lotti' continuano le donazioni: consegnate mascherine e camici

Diversi i donatori che hanno dato il loro contributo negli ultimi giorni

Continuano le donazioni all'ospedale Lotti di Pontedera per sostenere il lavoro dei sanitari impegnati nella cura dei pazienti positivi al Coronavirus. Negli ultimi quattro giorni, dal 28 al 31 marzo, sono stati diversi i donatori che hanno portato il loro contributo. La direzione dell'ospedale di Pontedera desidera perciò ringraziare:

  • l'Unione Comuni Valdera, ed in particolare i sindaci di Capannoli, Bientina, Calcinaia, Palaia, Buti e Casciana Terme-Lari, che hanno donato mascherine e 480 camici; l'azienda L’Erbolario, che dopo aver sospeso l’attività a causa dell’emergenza coronavirus, dai primi di marzo grazie a 25 dipendenti volontari ha avviato una produzione di gel igienizzanti per donarli a ospedali, protezione civile, Croce rossa, ospedali tra cui anche il Lotti la Amedei Tuscany de La Rotta (Pontedera) che ha donato confezioni del loro cioccolato agli operatori della terapia intensiva
  • l'associazione 'I Love Vale' per i generi di conforto consegnati sempre al reparto di terapia intensiva
  • la ferramenta Salvadori di Santa Croce sull’Arno per la donazione di visiere, tute, mascherine, gel igienizzante e guanti
  • la gradinata Nord Pontedera, che ha donato 7.110 euro
  • il Cral 'Del Rosso' che ha fatto una donazione di flaconi di gel igienizzante e spray disinfettante
  • Daniela Boschi, che ha donato 200 mascherine.

Inoltre, la struttura di Oncologia medica del presidio ospedaliero di Pontedera-Volterra desidera ringraziare: l'associzione Morelli Giuseppe, la direttrice della Casa di riposo di Forcoli, Tamara Giusti, e Zucchelli Silvia (in memoria di Vittorio Zucchelli), che hanno donato mascherine artigianali in cotone per i pazienti oncologici; lo studio dentistico Soldani Federico di Forcoli per la donazione di mascherine chirurgiche; l'associazione Non più sola che si è attivata per confezionare mascherine in TNT da distribuire ai pazienti oncologici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’Azienda - scrive in una nota la Usl Toscana nord ovest - ringrazia tutti per la grande generosità, a dimostrazione di quanto la nostra comunità sia sempre pronta a rispondere nei momenti più difficili e sia vicina a chi in questo momento si impegna nella cura dei pazienti. Si ricorda che l’Asl ha attivato un conto corrente dedicato. Chi volesse contribuire facendo una donazione a favore degli ospedali dell’Azienda Usl Toscana nord ovest per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, può farlo con un versamento tramite bonifico bancario intestandolo a 'Azienda USL Toscana nord ovest' sul conto Banco BPM con IBAN: IT63-N-05034-14011-000000010002, indicando nella causale 'Emergenza Coronavirus. È possibile indicare anche la destinazione preferita". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento