Lavori pubblici: donato un drone al Comune per verifiche strutturali e progetti

Lo strumento sarà pilotato da un tecnico al termine di un corso di addestramento

Sarà usato un drone dall'ufficio tecnico del Comune per fare rilievi per esigenze progettuali, verifiche ravvicinate di aree altrimenti irraggiungibili (tetti di edifici pubblici, ponti), verifiche patrimoniali, rilievi topografici e altri utilizzi che l’amministrazione riterrà necessari. Lo ha deciso la Giunta comunale accettando la proposta di donazione di un 'aeromobile a pilotaggio remoto APR' da parte di un'azienda del territorio.

"Ringrazio Soluxioni che ha effettuato la donazione - dice l'assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa - da tempo pensavamo di dotare gli uffici di questo strumento che potrà essere utile ai nostri tecnici per fare verifiche in zone altrimenti difficilmente raggiungibili se non con impalcature e quindi a costi elevati a carico dell'amministrazione".

Già definito anche il corso di 'very light critico' con teoria e addestramento base che un tecnico del Comune svolgerà presso un centro di addestramento autorizzato dall'Enac, per poter utilizzare lo strumento nel pieno rispetto delle normative vigenti, dal Codice della navigazione alle disposizioni in materia di sicurezza e privacy.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 17 e 18 agosto

Torna su
PisaToday è in caricamento