Doppio furto al centro commerciale dei Borghi: cinque persone arrestate

Entrambi gli episodi sono accaduti venerdì a Navacchio

Foto d'archivio

Cinque persone sono state arrestate in seguito a due diversi furti realizzati ieri, venerdì 13 aprile, al centro commerciale dei Borghi di Navacchio.

La prima è una 20enne romena, in Italia senza fissa dimora, arrestata dai Carabinieri della stazione di Navacchio per furto aggravato. La giovane, all’interno di un negozio di abbigliamento, si è impossessata di numerosi capi, per un valore di 500 euro, dopo averli privati del dispositivo antitaccheggio. La donna è stata trattenuta in camera di sicurezza, in attesa del rito direttissimo davanti al tribunale di Pisa, previsto per oggi, sabato 14 aprile.

Sempre presso il centro commerciale di Navacchio, i Carabinieri hanno fermato per furto un peruviano 39enne. L'uomo, con altri tre complici, è entrato all’interno di un negozio di scarpe poco prima dell’orario di chiusura, sottraendo due paia di calzature del valore di oltre 150 euro, venendo poi bloccato dai militari prontamente intervenuti. Le indagini, immediatamente svolte attraverso le testimonianze dei presenti e la visione delle telecamere della video sorveglianza, hanno permesso di ricostruire la dinamica dell’episodio, al quale ha preso parte una 'banda' di quattro persone, con gli altri tre che sono riusciti a dileguarsi a bordo di un’autovettura.

Le ricerche del mezzo hanno dato subito esito positivo, con l’autovettura che è stata individuata, inseguita e bloccata. A bordo le tre persone ricercate, anche loro di nazionalità peruviana: due uomini rispettivamente di anni 26 e 24 anni, ed una donna di 23 anni. La successiva perquisizione ha permesso il rinvenimento delle scarpe poco prima sottratte e della borsa schermata utilizzata per eludere il sistema antitaccheggio. I quattro sono stati accompagnati in caserma e nella tarda notte sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. Trattenuti presso le camere di sicurezza, verranno giudicati oggi, sabato 14 aprile, con rito direttissimo dal tribunale di Pisa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • A tutte le persone processate per direttissima ( tutti stranieri), non verrà fatta una cippa lippa..

  • ma in italia e' permesso tutto, pero' qualcosa si e' mosso, vedi via contessa matilde, era uno schifo,la situazione e' migliorata,ma bisogna fare di piu', ma! SPERIAMO

  • Non me lo aspettavo. Anche nella leghista Cascina gli stranieri rubano.

  • Penso abbandonerò presto questa città. Peccato, non c’è più posto per la normalità. Largo al multietnico, multiculturale, arcobaleno, libertà senza limiti.

  • Cavolo... fino in Perù è arrivata la voce che in italia (strano a Pisa... ahah) l'illegalità è tutelata dalle leggi e quindi possono far tutto... via allora è davvero finita. Fanccc

  • Le "RISORSE BOLDRINIANE" sempre a fare danni... Chissà come ci sarà rimasta male la ministra, poverina!! ????????????

  • Evviva. Tutta gente di cui la nostra collettività ha effettivamente bisogno.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il Comune di Pisa si trasforma in set cinematografico per "Il caso Collini"

  • Cronaca

    Incendio del Serra: "Dal Governo un altro 'no' ai finanziamenti per il territorio"

  • Cronaca

    Case popolari di Pisanova, l'assessore: "Manutenzioni per 400mila euro"

  • Cronaca

    Scuola Normale, scioperano le lavoratrici della mensa: "Vogliamo gli stipendi arretrati"

I più letti della settimana

  • Cascina, assessore lancia un messaggio a Cristina Parodi: "Non sa più quante corna ha"

  • Nuova ordinanza antidegrado: si estende il 'divieto di sosta' per le biciclette

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 13 e 14 ottobre

  • 'Caso Parodi': l'assessore Avolio si dimette

  • Lungarno Simonelli: uomo cade dalle spallette

  • Pioggia e temporali, giovedì di maltempo: è allerta meteo

Torna su
PisaToday è in caricamento