Consorzio di Bonifica: saltano le nomine per mancanza del numero legale

L'ente, commissariato dalla Regione a inizio 2018, resta senza presidente ed assemblea. I sindacati: "Situazione di stallo che compromette la salvaguardia del territorio

"Il Consorzio di Bonifica pisano è incapace di eleggere presidente ed assemblea". E' quanto denunciano le segreterie provinciali di Flai-Cgil e Fai-Cisl. Lo scorso mese di aprile si sono svolte le elezioni per il rinnovo degli organismi dirigenti dei 6 Consorzi di Bonifica della Toscana. Ad essere particolarmente atteso era il rinnovo dell’amministrazione del Consorzio 4 Basso Valdarno, con sede a Pisa, che era stato commissariato dalla Regione Toscana da gennaio 2018.

"Dobbiamo constatare con disappunto - scrivono le sigle sindacali in una nota - che, a seguito di regolari e democratiche elezioni, costate svariate migliaia di euro dei contribuenti, non si è stati capaci di eleggere il presidente, l’ufficio di presidenza e convalidare l’assemblea consortile, per mancanza del numero legale dei componenti. Oltre ad essere un comportamento irrispettoso nei confronti di chi si è recato a votare, siamo preoccupati poiché l’ente, senza presidente ed assemblea dei consorziati, resta nella situazione di stallo che si protrae ormai da 18 mesi a questa parte, compromettendo l’efficienza delle attività di salvaguardia del territorio e bloccando gli accordi per la salvaguardia dell'occupazione e dei diritti dei lavoratori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Visto che i Consorzi di Bonifica - proseguono i sindacati - in questo momento, sono i soli che fanno manutenzione e salvaguardia del territorio, come segreterie provinciali chiediamo alla politica di mettere davanti a qualsiasi dinamica di partito o di potere, il senso di responsabilità ed il rispetto nei confronti dei cittadini che hanno votato perché pagano la tassa di bonifica e che si aspettano di vedere alla guida dell’ente le persone che sono state scelte da loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento