Intervista a Martin Schulz: Enrico Santus racconta le sue domande sull'Europa

L'intervista a Martin Schulz di un neolaureato pisano. Il racconto di Enrico Santus, che grazie a concorso europeo, è volato a Strasburgo per incontrare il presidente del parlamento europeo

Enrico Santus e Martin Schulz

Enrico Santus, 26enne di Iglesias e laureato a giugno in Linguistica computazionale all’Università di Pisa, grazie a un'iniziativa promossa dal Parlamento Europeo su Facebook è riuscito a intervistare il presidente Martin Schulz. Un paio di giorni fa è volato a Strasburgo insieme a una collega cipriota e un'altra spagnola, con già in testa le domande da porre al presidente del Parlamento europeo.

La prima domanda che Santus ha posto a Schulz è stata sulla crescita dei partiti euroscettici. "Il mio suggerimento - ha risposto Santus intervista-2il presidente - è che i partiti favorevoli all’Unione Europea si concentrino maggiormente sui contenuti: le due maggiori tendenze europee, quella favorevole all’austerity e quella contraria, devono battersi in una campagna elettorale che porti via l'attenzione dal disfattismo degli euroscettici. Questo è quello che avremo alle prossime elezioni europee se le due grandi famiglie politiche sapranno proporre i giusti candidati per la successione a Mr. Barroso come presidente della Commissione Europea".

Santus incalza, nonostante alcune interruzioni, chiedendogli cosa pensi del fatto l'Unione Europea sia stata coinvolta nel Datagate sia come vittima che come probabile cooperatore degli USA, e in che modo si possa uscire dalla situazione. "L'Unione Europea è una vittima - sentenzia Schulz. - è probabile che alcuni degli Stati dell’Unione abbiano partecipato, ma per quanto riguarda gli Americani, siamo vittime. Posso capire che vogliano combattere il terrorismo ma negli uffici dell’Unione Europea a Washington non si organizzino attentati terroristici. Lei mi chiede cosa si può fare? In primo luogo, assicurarsi che ciò sia vero; se ciò fosse vero dovranno giustificare molto bene come mai hanno trattato i loro più vicini alleati come nemici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il racconto integrale di Santus si può trovare nel sito dell'Università di Pisa. "L'avventura è finita - conclude l'ex studente pisano  - ma non dentro di me".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento