Evasa dai domiciliari, deve scontare un anno per falso: in carcere con la figlia minore

La 35enne è stata vista aggirarsi con fare sospetto in via delle Medaglie d'Oro. Al controllo sono emerse le pendenze giudiziarie

La Polizia di Stato ha portato in carcere, stamani 9 maggio, una donna macedone di 35 anni evasa dagli arresti domiciliari, concessi presso la propria roulotte in via Fiorentina. Dai successivi accertamenti è poi emerso il ripristino di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Nuoro, che la condannava ad un anno di carcere per reati di falso.

La donna è stata vista aggirarsi con fare sospetto all'interno degli androni condominiali dei palazzi di via delle Medaglie d'Oro, insieme a tre figlie minorenni. I residenti hanno chiamato il 113, con gli agenti delle Volanti che all'identificazione hanno scoperto i suoi trascorsi e le pendenze giudiziarie.

Al termine di tutti gli accertamenti la nomade è stata accompagnata presso il carcere di Sollicciano a Firenze insieme alla figlia più piccola, per scontare la pena residua. Le altre due minori sono state affidate alle cure del parente più prossimo, la nonna paterna, domiciliata a Pisa.

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

  • Disturbi, dolori e stanchezza: 5 segnali del nostro corpo da non sottovalutare

  • Potassio: in quali alimenti trovarlo e perché fa bene al cuore e ai reni

I più letti della settimana

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Cadavere nel parcheggio ad Ospedaletto: disposta l'autopsia

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

  • Pontedera, si ribalta con l'auto: un ferito e traffico interrotto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 20 e 21 luglio

Torna su
PisaToday è in caricamento