Evasa dai domiciliari, deve scontare un anno per falso: in carcere con la figlia minore

La 35enne è stata vista aggirarsi con fare sospetto in via delle Medaglie d'Oro. Al controllo sono emerse le pendenze giudiziarie

La Polizia di Stato ha portato in carcere, stamani 9 maggio, una donna macedone di 35 anni evasa dagli arresti domiciliari, concessi presso la propria roulotte in via Fiorentina. Dai successivi accertamenti è poi emerso il ripristino di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Nuoro, che la condannava ad un anno di carcere per reati di falso.

La donna è stata vista aggirarsi con fare sospetto all'interno degli androni condominiali dei palazzi di via delle Medaglie d'Oro, insieme a tre figlie minorenni. I residenti hanno chiamato il 113, con gli agenti delle Volanti che all'identificazione hanno scoperto i suoi trascorsi e le pendenze giudiziarie.

Al termine di tutti gli accertamenti la nomade è stata accompagnata presso il carcere di Sollicciano a Firenze insieme alla figlia più piccola, per scontare la pena residua. Le altre due minori sono state affidate alle cure del parente più prossimo, la nonna paterna, domiciliata a Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

Torna su
PisaToday è in caricamento