Ex assessore multato sui gradini della chiesa: "L'ordinanza è folle, la piazza deve essere vissuta"

Dario Danti ci ha spiegato i motivi della sua protesta pacifica: "Andrò a parlare con il sindaco prima di pagare la multa"

Dario Danti sabato sera seduto sui gradini

"Un atto politico contro un provvedimento che ritengo semplicemente ridicolo". Sintetizza così Dario Danti, ex assessore della Giunta Filippeschi e insegnante, la protesta che lo ha visto protagonista ieri sera, sabato 3 novembre, in piazza dei Cavalieri, dove ha ricevuto una multa da 100 euro per aver trasgredito all'ordinanza antidegrado che vieta, tra le altre cose, di sedersi sui gradini delle chiese.

Ordinanze antidegrado: cosa prevedono

"Stavo facendo due passi quando ho deciso di fermarmi in piazza dei Cavalieri - racconta Danti a PisaToday - mi sono seduto sulla base di una colonna della facciata della Chiesa di Santo Stefano, subito sono arrivati i vigili che mi hanno detto che dovevo alzarmi, ma mi sono rifiutato sottolineando il fatto di non condividere l'ordinanza. Sono rimasto lì mentre gli agenti sono andati alla loro auto per farmi il verbale. Io ho deciso di aspettarli seduto visto che altrimenti non ci sarebbe stata la presunta flagranza di reato. Anzi dopo un po', visto che tardavano, mi sono messo a sedere proprio sui gradini che si erano un po' asciutti. Per la cronaca erano presenti idropulitrici che venivano azionate ripetutamente, come deterrente".
Un piccolo intoppo ha ritardato però le operazioni: la polizia municipale era sprovvista del verbale giusto. "Avevano solo quello per il daspo urbano, ma non quello che conteneva la violazione dell'articolo 36 dell'ordinanza sindacale, così ho dovuto attendere un bel po' prima che arrivasse il verbale giusto - racconta Danti - intanto intorno, al grido 'Fateci la doccia, fateci la doccia', in molti hanno solidarizzato con me. Non c'è stata inoltre, è bene sottolinearlo, alcuna ostilità nei confronti della municipale che stava facendo semplicemente il proprio lavoro".

Olivia Picchi (Pd): "Spacciatori e abusivi restano"

Alla fine il verbale è arrivato e Danti, che non è indietreggiato di un millimetro dalla sua posizione sia fisica che d'opinione, ha deciso, ironicamente, di far scrivere in fondo: "Un tempo questa piazza era vissuta, adesso è pericolosa perchè con l'acqua e il sapone è pericoloso e si rischia di scivolare". "Senza considerare il fatto che le idropulitrici rendono davvero scivolosa la pavimentazione della piazza e non ci sono neppure apposite segnalazioni - spiega Danti - la mia azione è stata una forma di disobbedienza civile. Vanno bene le manifestazioni, ma bisogna dare un seguito. Questa ordinanza non è in sintonia con la Costituzione, è semplicemente un atto folle. Togliere gli spazi non è la soluzione, non è allontanando le persone che si risolvono i problemi, ma costruendo percorsi che educhino ad una diversa fruizione dell'area, penso ad esempio ad incontri, eventi culturali o ad iniziative come 'Cavalieri senza vetro'".

"Ho letto vari commenti di chi dice che sono un insegnante e dovrei dare il buon esempio ai miei allievi - prosegue l'ex assessore - io credo invece che disobbedire, naturalmente in termini adeguati, sia nelle regole democratiche. La disobbedienza ha portato grandi cambiamenti nel passato ed è alla base della democrazia".
D'altra parte se piazza dei Cavalieri, con l'ordinanza, diventa un luogo in cui stare tutti in piedi, il problema dello spaccio rimane. "A pochi metri da me, mentre quattro agenti erano intenti a multarmi per essermi seduto sui gradini, gli spacciatori continuavano la loro attività come nulla fosse - evidenzia Danti - forse le forze di polizia dovrebbero concentrarsi maggiormente sullo smercio di droga piuttosto che su chi si siede".

"Io so benissimo di aver contravvenuto ad un'ordinanza e mi sono fatto notificare il verbale, ho però 30 giorni di tempo prima di pagare i 100 euro - conclude deciso Danti - con i miei legali ho intenzione di andare dal sindaco per spiegare le mie ragioni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento