Cep, un futuro sociale per l'ex polveriera: uno spazio per migranti e cittadini

Nei prossimi giorni il progetto verrà presentato in sede di Ctp. Preoccupazione dalla Lega Nord, contraria all'inserimento di profughi nel quartiere: "Una raccolta firme per chiedere al sindaco e al prefetto di risparmiare il Cep"

Profughi e cittadini pisani insieme per dare una nuova vita alla ex polveriera nel quartiere del Cep. E' l'idea dell'amministrazione comunale per valorizzare il luogo gestito dalla Croce Rossa. "A giorni convocheremo il Consiglio Territoriale di Partecipazione per presentare il nostro progetto, così da far diventare quello spazio un luogo di ritrovo, non solo per i profughi ma anche per i cittadini pisani" ha spiegato l'assessore al Sociale Sandra Capuzzi.

E sul futuro dell'area è intervenuta Susanna Ceccardi della Lega Nord, che si è fatta portavoce della preoccupazione dei residenti per la presunta notizia dell'arrivo di decine di profughi nel quartiere. "I residenti sono stati rassicurati dicendo che servirà soltanto come base operativa, ma i sospetti e la preoccupazione per l'imminente arrivo di nuovi profughi si fanno sempre più fondati - afferma Ceccardi - il sito della ex polveriera è inserito in un contesto popolare, ad alta densità abitativa. Residenti che negli ultimi anni hanno trovato un po' di tranquillità in un quartiere storicamente considerato difficile, adesso tornano a temere per il degrado e la criminalità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci opponiamo a scelte scellerate che vedono l'inserimento di presunti profughi in strutture centrali, siamo vicini ai cittadini pisani stretti nella morsa della disoccupazione, del degrado e della criminalità legata anche all'arrivo indiscriminato di tantissimi immigrati - conclude l'esponente della Lega Nord - per questo partirà nel quartiere una raccolta firme della Lega Nord per chiedere al sindaco e al prefetto di risparmiare il quartiere del Cep, in passato già bersaglio di situazioni difficili che non vogliamo si ripresentino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento