Viale Gramsci: dopo la rissa ferisce due agenti

E' accaduto ieri, sabato 1 luglio, in zona stazione con protagonista un 18enne. Il sindacato di Polizia: "La situazione è diventata insostenibile"

Foto

Prima il litigio con un connazionale poi, fermato dai poliziotti intervenuti, la rabbia contro gli agenti con il ferimento di quest'ultimi e il dannegiamento della volante. E' quanto accaduto ieri, sabato 1 luglio, in viale Gramsci, nei pressi della stazione centrale di Pisa. Protagonista della vicenda un tunisino di appena 18 anni. Il diciottenne è stato bloccato dai poliziotti e accompagnato nella volante: dall'interno, a calci, ha poi mandato in frantumi un finestrinodell'auto e danneggiato la portiera. Alla scena hanno assistito decine di persone. I poliziotti hanno riportato ferite al naso e ad una mano.

Sulla vicenda interviene anche il sindacato della Polizia di Stato che parla di "ennesimo grave episodio di violenza che richiede un'attenta valutazione perchè non può certo definirsi inaspettata. Da tempo la zona stazione - afferma Claudio Meoli, segretario del Silp Cgil di Pisa - è al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica come dei mass-media locali e nazionali in quanto diventata una sorta di zona franca in cui imperversa lo spaccio ed il degrado".

"I vari servizi di prevenzione e repressione dei reati disposti da Prefetto e Questore - continua Meoli -  testimoniano che a livello locale non vi è stata una sottovalutazione del problema ma loro inefficacia dimostra che la criticità non è stata affrontata in modo risolutivo. La gravità della situazione, che questa volta ha avuto come conseguenza il ferimento di alcuni poliziotti ai quali è rivolta la nostra solidarietà, attesta la necessità che chi rappresenta lo Stato deve trasmettere un segnale diverso, chiaro; quella zona non può continuare a rimanere ostaggio di gruppi di delinquenti dediti allo spaccio ed alla violenza nei confronti di chiunque. La zona della stazione deve essere restituita ai residenti, ai turisti ed alla piena legalità tanto più che è stata individuata come destinataria di un progetto destinato a riqualificarla, contenente per di più notevoli investimenti".

"La situazione - conclude Meaoli - è divenuta insostenibile, quindi è necessaria una attenta analitica riflessione da parte di coloro che sono proposti alla sicurezza cittadina per attuare un diverso modello organizzativo dell’apparato finalizzato a garantire un diverso controllo del territorio. E’ oramai evidente che il modello attuale non sta funzionando al meglio. Mai come adesso è necessario rinnovare il Patto per Pisa Sicura scaduto dal mese di Aprile ed attuare la recente Legge Minniti sulla sicurezza urbana che fornisce uno strumento in più al Sindaco di Pisa per rendere maggiormente sicura la città di Pisa".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Migrante economico? No! In Tunisia ci vanno i nostri pensionati anche perché non c'è né guerra né carestia. Ergo: espulsione effettiva con rimpatrio immediato.

  • ennesima riprova del disastro sociale senza ritorno in atto in italia grazie a governi di incapaci senza palle. (pisa ne è un'eccellenza negativa) lo schifo è che agenti che guadagnano poco piu di mille euro debbano rischiare il pronto soccorso se non di peggio per acciuffare balordi delinquenti come questo, che un giorno dopo i giudici (che applicano leggi prive di senso) lo rimettono fuori, a casa sua, con possibilità di continuare a delinquere, spacciare e altro.... e venga pure fuori qualche zucca vuota che definisce questa gente la risorsa futura dell'italia....belle risorse! w l'italia, paese dei balocchi per tutti i delinquenti nostri e del resto del mondo.

  • L'aggressore è già ai domiciliari a dimostrazione dell'inutilità di proclami fatti solo per essere dati in pasto all'opinione pubblica.

  • Il problema signori è che questi africani che si trovano sul territorio italiano senza ne arte ne parte,UTILI solo a spacciare,rubare,a ubriacarsi e a picchiare polizia, carabinieri ,forze armate ecc.(che considerano dei poveri bambocci in divisa impotenti di qualsiasi reazione verso di loro)perchè la legge è dalla parte dell'africano.Io so per certo che nei loro paesi quando vedono un poliziotto che interviene è come se vedessero il diavolo perchè a casa sua beccano tante di quelle botte che una persona non prende in tutta una vita e li la polizia è rispettata e porta l'ordine.Poi ci sono le Galere con la G maiuscola dove ti levano la voglia di delinguere.POI c'è L'italia il paese dei balocchi dove puoi fare tutto quello che ti pare anche il proibito tanto la polizia non puo' farti nulla e puoi anche deriderli ,e dirle tu a me non potere fare un c....o tu toccare io denunciare...

  • Come mai la vicina città di Lucca non patisce questi problemi di concentrazione di criminalità? Chi ha favorito negli ultimi anni l'insorgenza del degrado in tutta l'area della stazione e non solo? Chi ha autorizzato l'apertura di squallidi mini-market gestiti da extracomunitari che hanno solo lo scopo di vendere alcolici a buon mercato e magari di riciclare danaro sporco proveniente dai proventi dello spaccio? A che servono i militari messi come burattini con il mitra davanti la stazione ed in piazza Vittorio se intorno a loro danzano spacciatori, ladri e clandestini nullafacenti? Il vero disastro della città ha un solo nome ed è la politica dell'attuale sindaco la vera iattura per tutta la città

  • E se il poliziotto per arrestarlo gli avesse fatto male, si sarebbe beccato anche una denuicia per maltrattamenti e, come tante volte è accaduto, avrebbe dovuto anche risarcire il delinquente.

  • è disarmante!!! è una lotta impari forze dell'ordine-delinquenti...e arbitro di tutto questo chi è?? la magistratura!!!!!! li arrestano, cenano in carcere, dormono a dopo il processo per direttissima, sono di nuovo all'opera...ma il valore aggiunto di essere onesti, qual'è??? (ovviamente è una provocazione, per tutti quei magistrati che ci spregiano rimettendoli in circolazione).

  • Non penso che "patti", "tavoli" e "riqualificazioni" possano sortire alcun effetto se non vi è un cambiamento radicale nel modo di affrontare il fenomeno della criminalità e del degrado cittadino da parte dell'autorità giudiziaria e delle forze politiche.

  • Avatar anonimo di Alexxx gazzoli
    Alexxx gazzoli

    Prima o poi ci scapperà il morto...rimandiamoli a casa loro!!

  • IL problema sono le nostre assurde leggi. Potremmo pure schierare in zona stazione una intera Divisione Corazzata, ma se chi delinque, chi spaccia, chi è irregolare viene subito rimesso i libertà dopo l'ennesima denuncia non risolveremo mai il problema. Facciamo appello ai nostri politici. Cambiamo queste leggi assurde, inaspriamole, cacciamo chi non ha il diritto di rimanere in Italia. Grazie comunque alle ns Forze dell'Ordine, che nonostante tutto, continuano OGNI GIORNO, a fare il loro dovere.

    • Concordo totalmente.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Coltano: perde il controllo della macchina e si ribalta

  • Cronaca

    Festa della Liberazione dedicata a Bargagna, il Sindaco: "Un esempio a cui ispirarsi"

  • Cronaca

    Tenta di aprire il portellone durante un volo diretto a Pisa: paura in aereo

  • Meteo

    Maltempo: allerta meteo per temporali e rischio idrogeologico

I più letti della settimana

  • Giù dal cavalcavia mentre viaggia in moto: muore attore pisano

  • Trema la terra in Toscana: due scosse di terremoto

  • Foto con la Torre di Pisa per la Brooke di Beautiful

  • San Giovanni alla Vena: cadavere in Arno

  • Auto travolta dalla piena del fiume: donna dispersa

  • Via del Cottolengo, si rifiuta di fare l'elemosina: colpito al volto con un cazzotto

Torna su
PisaToday è in caricamento