Droga alla 16enne: fermato il presunto spacciatore

La giovane si trova ancora ricoverata in condizioni stabili all'ospedale Cisanello. Le indagini hanno permesso di risalire al pusher

Spaccio di sostanze stupefacenti e lesioni come conseguenza di altro reato: con queste contestazioni i Carabinieri della Compagnia di Pisa hanno dato esecuzione al fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica, a carico di un tunisino di 29 anni, ritenuto il responsabile della cessione dello stupefacente (un miscuglio di eroina e cocaina), la notte tra il 10 e l’11 agosto, in favore di una ragazza di 16 anni, tuttora ricoverata in condizioni stabili e priva di coscienza presso l’ospedale di Cisanello.

Le indagini hanno permesso di identificare il responsabile attraverso i circuiti di videosorveglianza cittadina, le testimonianze, l’analisi dei flussi telematici e un’approfondita e intensa osservazione dei fenomeni connessi allo spaccio nelle zone più critiche del centro cittadino.
Ulteriori dettagli, fanno sapere dal Comando Provinciale dei Carabinieri, potranno essere forniti soltanto al termine del procedimento di convalida della misura, da parte del Giudice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ragazza aveva trascorso la serata in centro insieme ad alcune amiche. Dopo alcune bevute le giovani hanno deciso di consumare droga, prima di fare rientro a casa. Al mattino la 16enne non si è svegliata, è scattata così la corsa in ospedale e il ricovero, poi le indagini per cercare di risalire al pusher, individuato nel 29enne tunisino.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

  • Mascherine gratuite nelle edicole della provincia di Pisa: dove richiederle

Torna su
PisaToday è in caricamento