'Fertility day': consulti gratuiti sulla procreazione assistita alla Casa di cura San Rossore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Diventare mamma o papà è un sogno di molti, ma a volte capita che il percorso per realizzarlo sia lungo e tortuoso.

La Casa di Cura San Rossore, da anni accanto agli uomini e alle donne che desiderano costruire una famiglia, aderisce al Fertility Day istituito dal Ministero della Salute per accompagnare e aiutare le coppie a diventare genitori.

La dottoressa Maria Ruggiero e il dottor Paolo Artini, specialisti nelle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA), metteranno le loro competenze ed esperienze al servizio di quanti vorranno o hanno già intrapreso il viaggio verso il concepimento.

L'appuntamento, fissato per giovedì 22 settembre dalle ore 9 alle ore 12, sarà l'occasione per porre domande, chiarire dubbi, avere consigli e informazioni.

Per accedere al consulto gratuito, privato e nel pieno rispetto della privacy, è necessario prenotarsi unicamente compilando il modulo presente sulla homepage del sito www.casadicurasanrossore.it e attendere la conferma dell'appuntamento via email, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità attualmente una coppia su cinque ha problemi di fertilità dovuti principalmente a cause ambientali, sociali, ma soprattutto fisiologiche: dopo i 35 anni avviene infatti un naturale calo della fertilità femminile.

Le tecniche di PMA favoriscono il concepimento laddove le coppie non riescano in modo spontaneo per diverse cause, quali ad esempio trattamenti farmacologici e interventi chirurgici.

La PMA si avvale di tre opzioni terapeutiche suddivise in base al livello di complessità e invasività: la metodica di primo livello è semplice e poco invasiva; le metodiche di secondo e terzo livello, più invasive e complesse, prevedono invece che la fecondazione, omologa o eterologa, avvenga in vitro.

Negi ultimi anni l'affinamento delle tecniche di congelamento cellulare ha reso possibile la conservazione delle cellule uovo, procedura che ha aperto la strada alla preservazione della fertilità sia a scopo sociale che per patologia (pre-chirurgia, pre-trattamenti chemioterapici o farmacologici gonadotossici).

"Il Centro di PMA della Casa di Cura San Rossore è all'avanguardia in questo campo. Applichiamo le tecniche più moderne che si basano sulle più aggiornate conoscenze scientifiche. Per le coppie che si rivolgono a noi creiamo un percorso personalizzato e multidisciplinare, affinché non si sentano mai sole nel loro percorso" spiega il dottor Paolo Artini.

"Abbiamo scelto di aderire al Fertility Day perché ci dà l'occasione di presentare le tecniche di preservazione della fertilità femminile e maschile e di far conoscere le procedure di PMA alle coppie che desiderano un figlio che tarda ad arrivare. Ci piace pensare che con il nostro lavoro riusciamo a dare speranza e a realizzare i sogni di tante persone" afferma la dottoressa Maria Ruggiero.

Torna su
PisaToday è in caricamento