Via Cariola, firmato l'accordo: via libera alla delocalizzazione

Gli enti coinvolti nel progetto di spostamento del borgo, compreso tra il piazzale aeromobile e la pista di decollo dell'aeroporto di Pisa, hanno siglato il documento che sancisce il sì definitivo. Pieroni: "Termineranno i disagi per le famiglie"

E' stato firmato questa mattina a Roma l'accordo di programma tra Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Ministero della difesa, Ministero dell'economia e delle finanze, l'Ente nazionale per l'aviazione civile, la SAT Spa- Società Aeroporto Toscano di Pisa 'Galileo Galilei', la Regione Toscana, la Provincia di Pisa e il Comune di Pisa, che avvia l'intervento di delocalizzazione dell'insediamento residenziale denominato Borgo Cariola compreso tra il piazzale aeromobile e la pista di decollo dell'aeroporto di Pisa. Il valore complessivo dell'operazione, che porrà risoluzione ai disagi di 44 famiglie e permetterà di realizzare interventi inclusi nel piano di sviluppo dell'aeroporto, è pari a 16,5 milioni di euro, dei quali 10 milioni provenienti dalle risorse del ministero destinate all'ENAC, 3,5 milioni messi a disposizione dalla SAT e, infine, 3 milioni destinati dalla Regione.

“C’è unanime soddisfazione per questo ultimo passaggio formale, punto di arrivo di un cammino che ha visto l’approvazione dell’accordo da parte dei singoli enti - afferma il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni - è un impegno rispettato e sono felice che le famiglie interessate possano festeggiare il Natale con la certezza che dal 2014 inizierà il progetto di delocalizzazione. Allo stesso tempo diamo all’Aeroporto di Pisa la possibilità svilupparsi ed adeguarsi in modo sostenibile rispetto al territorio circostante, dispiegando così in maniera ottimale tutte le sue possibilità e potenzialità in termini di ricadute economiche per l’intero territorio provinciale e regionale”.

"Sono molto contento perchè ora è tutto nero su bianco e ci sono le risorse per rispondere ad un’esigenza essenziale - ha affermato il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - è ciò che Pisa attendeva da tempo e che era dovuto ai cittadini residenti del borgo rimasto intercluso fra la superstrada, i parcheggi e le piazzole di sosta degli aerei. Avevo dato la massima priorità a questo obiettivo nel rapporto col Governo e riconosco volentieri la serietà e la tempestività del presidente Letta e del ministro Lupi. Hanno dato un ottimo esempio". "E’ un altro investimento a favore della città - ha proseguito il primo cittadino - Pisa meritava, infatti, una restituzione di risorse per quello che dà al sistema aeroportuale nazionale e Sat conquista una garanzia essenziale allo sviluppo futuro dell’aeroporto. Ringrazio la Regione per il sostegno e l’apporto concreto che ci ha dato, e i parlamentari pisani per il lavoro importante che hanno fatto per raggiungere il nostro obiettivo". 

Soddisfatta anche l’assessore comunale all’urbanistica Ylenia Zambito che stamani a Roma ha rappresentato il Comune di Pisa alla sottoscrizione dell’accordo: "Oggi festeggiamo un successo e un risultato importante per la nostra città - ha detto - un risultato né semplice, né scontato, che da il via ad un progetto che assicurerà una migliore qualità della vita ai residenti interessati e lo sviluppo di una delle attività fiore all'occhiello di Pisa qual è l'aeroporto. Ci arriviamo oggi - ha concluso l’assessore - perché Pisa ha potuto giocarsi una sua credibilità per la capacità amministrativa dimostrata nel perseguire progetti e opere senza mai perdere di vista la sostenibilità e perché abbiamo un Governo che ha mostrato attenzione e sensibilità proprio verso questo modo di stimolare lo sviluppo".

"Con la firma di oggi - ha sottolineato il governatore della Regione Toscana Enrico Rossi, presente all'incontro romano - diamo il via ad un ulteriore sviluppo dell'aeroporto che si concilia con la tutela dell'ambiente e la salute dei cittadini. A tutti coloro che strumentalmente hanno criticato la Regione, questo risultato dimostra l'impegno e la serietà con cui perseguiamo l'obiettivo di crescita del nostro sistema aeroportuale". "Vale la pena ricordare - ha concluso il presidente - che grazie ai fondi europei che sempre la Regione ha deciso di destinare alla realizzazione del People Mover e agli investimenti previsti per il rifacimento della pista, l'aeroporto di Pisa diventerà ancora più competitivo. E' quanto mai urgente mettere insieme Pisa e Firenze per costruire un polo aeroportuale toscano che potrà diventare un riferimento a livello internazionale".

“Esprimo  la  mia soddisfazione per l’accordo siglato oggi, che consente di avviare  il  processo  di  delocalizzazione delle abitazioni. E’ un momento importante  per  SAT,  anche nell'ottica dello sviluppo futuro del Galilei. Colgo  l’occasione  per  ringraziare  la  Presidenza  del Consiglio, che ha seguito  con attenzione questa problematica, e gli altri soggetti firmatari dell’accordo" ha affermato l'amministratore delegato di Sat spa Gina Giani.
 

Potrebbe interessarti

  • Estate in spiaggia ma occhio agli altri: ecco il bon ton del Codacons

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

  • Due lievi scosse di terremoto a Castelnuovo Val di Cecina

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

Torna su
PisaToday è in caricamento