Controlli nel campo nomadi di Coltano: tre fucili nascosti in un tappeto

Le armi erano state rubate in un appartamento di Livorno. Il furto era avvenuto alla fine di luglio

Continuano i controlli nel campo nomadi di via dell'Idrovora a Coltano, dopo l'arresto del 47enne accusato di violenze sulle figlie e di averle vendute in matrimonio ai cugini.

Questa mattina, venerdì 27 settembre, la Polizia di Stato di Pisa con la Squadra Mobile e la Squadra Volanti, insieme alla Polizia Municipale, ha svolto una perquisizione mirata all’interno delle aree comuni del campo nomadi, finalizzata al rinvenimento di armi o oggetti provento di furto o di altri reati.

In particolare sono state ispezionate le aree del vecchio mercato circolare, pertinenza del campo, da tempo dismesso e diventato ormai ricettacolo di rifiuti di vario genere. Ed è proprio in mezzo a questi rifiuti che, avvolti all’interno di un tappeto persiano, sono stati rinvenuti tre fucili da caccia in discreto stato di conservazione.

Le armi risultavano ancora non modificate e con la matricola ancora ben leggibile. A seguito di approfondimenti, gli investigatori sono riusciti a risalire così al proprietario, un signore abitante a Livorno. L'uomo aveva denunciato di aver subito un furto alla fine di luglio all’interno del proprio appartamento nel quartiere Ardenza: i malfattori, dopo aver trafugato i vari locali dell’appartamento, erano riusciti a forzare la cassaforte, portando via le armi.
Al termine delle formalità, i fucili verranno restituiti al legittimo proprietario.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Bancomat fatto esplodere: furto da 36mila euro a Casciana Terme

  • Rubano una Jeep e scappano in Fi-Pi-Li, bloccati a Cascina: denunciati 3 minorenni

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Prosegue la mobilitazione degli studenti, lettera ai professori: "Siamo sulla stessa barca"

Torna su
PisaToday è in caricamento