Fuochi d'artificio in piena notte: avviata istruttoria per la verifica dei requisiti

Il sindaco alla società organizzatrice: "Chieda scusa alla città"

"La società che ha commissionato i fuochi pirotecnici per celebrare a Pisa la Festa della Chimica rivolga pubbliche scuse alla città per avere disturbato il giusto riposo dei pisani, contravvenendo in primo luogo a regole di civile educazione e di rispetto". Ad intervenire è il sindaco di Pisa Michele Conti dopo le lamentele seguite allo spettacolo pirotecnico che intorno all'una di notte ha turbato la quiete nella città della Torre.

L’amministrazione comunale comunica, infatti, che "non si è trattato di attività organizzata direttamente né tantomeno di evento pubblico. I fuochi pirotecnici erano stati autorizzati dagli uffici della Questura ad una società privata e avrebbero dovuto svolgersi all’incirca intorno alle 23.45. Il Comune si è limitato, per la propria competenza, a definire le modifiche temporanee alla circolazione del traffico, come da comunicazione ufficiale alla stampa e alla cittadinanza nei giorni precedenti".
L'evento, organizzato dal Gruppo Todisco, era in programma al PalaCongressi e durante la serata si è svolto anche un concerto, privato, di Claudio Baglioni.

Sono in corso, fanno sapere da Palazzo Gambacorti, le verifiche per l’accertamento delle eventuali difformità rispetto a quanto autorizzato dalla Questura e la Polizia Municipale ha avviato anche l’istruttoria per la verifica dei requisiti, in particolare in materia di impatto acustico. Per ridurre il disagio alle modifiche della circolazione, nella serata di ieri erano state impegnate quattro pattuglie di agenti del comando di via Battisti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • il sindaco taccia e faccia parlare Ziello, altro che scuse...

  • Avatar anonimo di Giancarlo
    Giancarlo

    Altro che scuse, sanzioni economiche e dimissioni dei responsabili

  • Ma che problema c'è? una bella multona e via. Che ce ne facciamo delle scuse. Almeno ci si ripara qualche strada. Sempre che non vadano in tasca a qualche critico d'arte inutile....

  • Chi ha autorizzato i fuochi per le 23,45 mettendosi a 90 gradi di fronte alla potente casa farmaceutica deve esplodere in aria per doveroso contrappasso.

  • Mi fa un po sorridere tutto questo vespaio sollevato da questi fuochi pirotecnici. I cittadini del centro storico provano questo "disagio" tutte le notti, e nessuno sente il dovere di pretendere scuse da nessuno. Schiamazzi, grida, urla, risse ecc ecc. Ben oltre l'una di notte. Ogni notte.

    • Esatto! Pienamente d’accordo!

  • già alle 23.45 per una festa privata siamo fuori delle regole. passi s ranieri alle 2330 che è la festa della città, conosciuta e voluta da tutti, ma un evento stra-rumoroso non pubblico in città, doveva essere bloccato dalla polizia municipale presente, dopo una certa ora.... credo. quindi nessuna scusa ma provvedimenti, seri e secondo legge.

  • Praticamente era un evento privato dell'industria chimica e come al solito i "potenti " possono fare cosa gli pare. E il sindaco si limita a pratendere delle scuse. Come se a questa gente importasse qualcosa. E noi poveri cittadini che paghiamo le tasse non siamo nemmeno liberi di sedere cinque minuti per riposare su un gradino senza rischiare una multa!

  • Ed io che sono anche andato sui lungarni convinto che si trattasse della luminaria...sanzionateli!!!

    • Ahaha

  • Giusto, non si disturba il sonno dei cittadini all'una di notte. Se avevano fatto tardi, i fuochi li dovevano saltare, non fare comunque a quell'ora. Chiedano scusa!!!

  • la Questura ogni qualvolta autorizza lo sparo di fuochi d artificio emana una circolare disponendo che allo spettacolo pirotecnico sia presente un aliquota di forze di polizia. Non capisco quindi come sia stato possibile far sparare i fuochi in piena notte, oltre un ora dopo l orario previsto.

    • A mezzanotte e mezzo sono passata lì davanti e c'era pieno di Vigili del Fuoco e carabinieri. Perché hanno permesso i fuochi all'una di notte?

      • Qualcuno ne rispondera

        • Ne abbiamo risposto noi a suon di vaffa e moccoli in loop

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Banca d'Italia: chiude la sede di Pisa

  • Cronaca

    Rubano uno smartphone e in due aggrediscono la vittima sul treno: un arresto

  • Cronaca

    Gli studenti del Matteotti cucinano per i poveri e i senza tetto della città

  • Cronaca

    Istituzioni: il nuovo Prefetto di Pisa incontra il sindaco Conti e il presidente della Provincia

I più letti della settimana

  • Maltempo, neve e ghiaccio in Toscana: è allerta meteo

  • Ragazzo disperso in Arno: ricerche per tutta la notte

  • Maltempo in Toscana: estesa fino a lunedì l'allerta meteo per neve e vento

  • Spacciatori arrestati e rimessi in libertà, Salvini: "Legge sbagliata, va cambiata"

  • Centro storico, maxi-retata antidroga: chiuso anche il punto Snai di Viale Gramsci

  • Disperso in Arno, si cerca ancora: non c'è traccia del 21enne

Torna su
PisaToday è in caricamento