Raid alle bancarelle del Duomo: "Dieci giorni di furti, così non si può più andare avanti"

L'ultimo colpo nella notte tra venerdì e sabato. I ladri tagliano le tende e fanno razzia di soldi e merce

Un esercente indica il taglio alla tenda della sua bancarella

Sono giornate, o meglio nottate, difficili più che mai per le bancarelle di piazza Manin: da una decina di giorni si susseguono infatti i furti. L'ultimo in ordine di tempo proprio stanotte quando i ladri hanno tagliato il tendone di chiusura di due attività e hanno portato via gli spiccioli che erano in cassa. Pochi giorni fa è stato il turno degli ombrelli rubati ad un'altra bancarella, ancora prima era scattata la razzia di borse in pelle, per un danno di circa 200 euro. Insomma gli esercenti quando la mattina vanno al lavoro sperano che la notte sia filata liscia, ma ultimamente purtroppo si susseguono le brutte sorprese.

"Già la situazione è quella che è, vendiamo poco e al momento manca per noi una collocazione definitiva, visto che il Comune giustamente ha molte cose da fare e ha delle priorità - afferma Michele Puschi, bancarellaio storico di piazza Duomo - se poi a tutto ciò aggiungiamo questi furti a ripetizione diventa davvero difficile andare avanti".
Secondo quanto notato dai commercianti i malviventi hanno un modus operandi preciso. "Abbiamo visto che spesso, quando rubano merce, vanno a colpo sicuro nelle bancarelle dove sono presenti oggetti di valore come felpe e borse di pelle che possono magari rivendere - spiega Puschi - quindi probabilmente passano da noi in osservazione di giorno e agiscono poi di notte. Quando entrano in bancarelle che vendono magari piccoli oggetti e souvenir 'si accontentano' dei soldi che trovano in cassa".

La speranza per trovare i colpevoli è appesa alle telecamere di videosorveglianza. "Alcuni commercianti hanno già fatto denuncia, altri la faranno, in questo modo la polizia municipale potrà visionare le immagini delle telecamere per cercare di rintracciare i responsabili, ma non credo sia così semplice identificarli" conclude Puschi amareggiato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • La soluzione e la legge del taglione

  • Dormite dentro le bancarelle armati di legni di acacia poi agite subito a legnate dove ed a chi capita tanto il legno di acacia e' indistruttibile

  • La soluzione è togliere i venditroiai

    • Perché invece di chiaccerare solo online non vieni in piazza da noi così ti spiego le cose come stanno e ti offro un caffè io sono quello che parla nell’articolo

      • Guarda che io sono per rimetterli dentro. vi siete fatti incaprettare dalla Opa. se avevate le palle facevate come i gilet gialli. invece l'avete data vinta agli scagnozzi di papa Francesco

        • Bravo allora si che ti offro il caffè vieni quando vuoi

  • Perché "in una città"? mettere subito il libertà cera gente, succede on tutta Italia, se poi si deve criticare Pisa come se fosse il male assoluto, allora caro d fai come credi.

  • solidarietà a questa gente. unico problema... anche dovessero prendere i responsabili... nulla verrebbe fatto. in una città dove chi spaccia droga è rimesso in libertà con tante scuse dopo 1 giorno, c'è poco da sperare!

    • condivido

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cadavere lungo l'Arno: forse vittima di una caduta accidentale

  • Cronaca

    A Peccioli arriva Mobot, il robot che aiuta a fare la spesa

  • Attualità

    'I giorni della scienza': torna l'appuntamento al Liceo 'Buonarroti'

  • Cronaca

    Casa a rischio frana: ladro si intrufola ma viene arrestato

I più letti della settimana

  • San Giuliano Terme, investito in bicicletta: morto

  • Investito in bicicletta a San Giuliano Terme: muore anche la donna alla guida dell'auto

  • Tragedia sui lungarni: cadavere lungo l'argine del fiume

  • Foto porno nel cimitero: tre denunciati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 16 e 17 marzo

  • Matteo Salvini a Pisa: "Parteciperà ad un incontro del Movimento Universitario Toscano"

Torna su
PisaToday è in caricamento