Furti a raffica a La Vettola, cittadini esasperati: "Viviamo con la paura"

E' la presidente del Ctp 2 Benedetta di Gaddo a farsi portavoce della situazione vissuta nel quartiere. Qualche sera fa via Isola del Giglio è stata presa di mira dai ladri che hanno rovistato nei giardini delle abitazioni. Furti anche agli impianti sportivi di Porta a Mare

"Prima andavamo a dormire con le chiavi nella porta, adesso purtroppo non è più possibile". E' la presidente del Consiglio Territoriale di Partecipazione 2, Benedetta Di Gaddo, a raccontarci il drammatico periodo che stanno vivendo gli abitanti del quartiere della Vettola, zona che da due mesi è al centro di una vera e propria escalation di furti.
Proprio pochi giorni fa, durante la notte, via Isola del Giglio, dove la stessa Di Gaddo risiede, è stata presa di mira dai ladri che hanno ‘fatto visita’ a tutte le case della strada. "Si sono limitati ai giardini, dove molti hanno i classici casottini in legno, in molti casi hanno rubato ad esempio attrezzi da lavoro - spiega la presidente del Ctp 2 - hanno praticamente agito a tappeto. I nostri giardini confinano con la linea del vecchio trammino, la zona è poco illuminata e ci sono i campi che rappresentano una perfetta via di fuga. Ormai non ci sentiamo più tranquilli nemmeno in casa, viviamo con la paura".

Il fenomeno, denunciato anche da Pd e Forza Italia-Pdl, si sta allargando tra l’altro a macchia d'olio. "Hanno iniziato con San Piero a Grado, poi sono passati a La Vettola fino a spingersi persino a Porta a Mare - precisa ancora Di Gaddo - il malumore tra i cittadini è tanto e il rischio è che la situazione degeneri e che qualcuno decida di farsi giustizia da solo, magari organizzando ronde notturne con tutti i pericoli che ne deriverebbero. Come residenti abbiamo denunciato i furti in Questura, ma chiediamo maggiore attenzione per le periferie, oltre che per il centro storico, ad esempio attraverso il passaggio di pattuglie che potrebbero disincentivare i ladri".

E i balordi, proprio nella stessa notte dell’assalto in via Isola del Giglio, hanno fatto razzia di merendine e bibite anche nel chiosco degli impianti sportivi della società Pisa Ovest, a Porta a Mare. Qui da giugno ad oggi sono quattro i colpi messi a segno da ignoti. “Questa volta - ci dice un dirigente - hanno portato via praticamente tutto, hanno lasciato solo l’acqua minerale. Non ce la facciamo proprio più, anche se il danno economico non è così elevato, per una società sportiva come la nostra è comunque di rilievo”. Il dirigente del Pisa Ovest è stato colpito anche a casa: anche lui infatti risiede in via Isola del Giglio. “Hanno rovistato sotto al pergolato presente in giardino - dice - non hanno portato via niente ma comunque non viviamo tranquilli. Ho due bambini piccoli ed ogni rumore crea apprensione”.

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento