Tentato furto al Bazeel, il titolare: "Mai visto un così alto livello di delinquenza e degrado"

Dario De Nigris, rimasto lievemente ferito nella colluttazione con il malvivente, denuncia ancora una volta la situazione del centro storico: "Le mamme non scelgono più il nostro locale per la festa dei loro figli"

Diciotto furti dall'inizio dell'anno. E' il bilancio che Dario De Nigris, titolare del Bazeel di piazza Garibaldi, traccia dopo il tentativo di colpo, stavolta andato a vuoto martedì mattina, 4 giugno, un episodio che poteva avere risvolti più drammatici vista l'aggressione subita. "Erano circa le 6, ero in ufficio - racconta De Nigris - ormai non lascio più il locale incustodito, anche dopo la chiusura resto all'interno in attesa che arrivino gli addetti alle pulizie, visti tutti i furti che abbiamo subito". Ma qualcuno non si è comunque lasciato scoraggiare e, forse inconsapevole che il locale fosse 'presidiato', è entrato. "Ho sentito dei rumori, in un primo momento pensavo fossero quelli delle pulizie ma poi il frastuono aumentava - racconta l'esercente - così sono sceso a controllare e ho notato che qualcosa non andava. Sono così uscito e in via San Iacopino, nei pressi del magazzino che abbiamo, ho visto un uomo che cercava di nascondersi, era alterato, aveva il registratore di cassa ed alcune bottiglie. Ho cercato di afferrarlo e a quel punto ha rotto una bottiglia sbattendola su un'auto e ha cercato di colpirmi, prendendomi ad una mano". De Nigris è rimasto lievemente ferito ma non è ricorso alle cure dell'ospedale. L'uomo è poi fuggito, ma è stato poi intercettato dai Carabinieri. "Dopo poco l'ho rivisto in zona così ho chiamato i Carabinieri e l'ho seguito senza farmi vedere. Alla fine è stato fermato all'altezza di piazza Vittorio Emanuele". Si trattava di un 30enne rumeno finito così in manette.
Non è però l'unica brutta sorpresa capitata a De Nigris martedì mattina. "Mi sono accorto che erano state forzate anche le catene che chiudono il magazzino, come già successo altre volte, stavolta però non sono entrati - racconta ancora il titolare del Bazeel - un lavoro da professionisti, sono catene robuste, non era opera sicuramente della stessa persona entrata nel locale che non era lucida per un lavoro del genere".

Entra al Bazeel per rubare e ferisce il titolare con una bottiglia di vetro

De Nigris mostra molta preoccupazione per la situazione difficile che vive il centro storico. "Con la nuova amministrazione comunale a livello di controlli qualcosa è sicuramente migliorato, ma negli orari più delicati, dalla mezzanotte in poi, questa è zona franca - spiega - Vicolo delle Donzelle è presidiato da nordafricani che spacciano. La stagione è partita sottotono per via del maltempo, ma non voglio pensare a cosa succederà con il caldo, quando ci saranno tanti turisti che finiranno nel mirino dei borseggiatori. Sicuramente non è un bel biglietto da visita per Pisa". Una condizione che spaventa e non poco: "Parlando anche con gli altri commercianti posso dire che non abbiamo mai visto un così alto livello di delinquenza di ogni tipo, dallo spaccio al furto allo scippo. Sono 20 anni che sono qui, ma non ho mai vissuto una situazione come quella di questo ultimo anno. Il degrado presente inevitabilmente avvicina determinati tipi di persone, ad esempio gli acquirenti di droga, e ne allontana altri. Basti pensare che molte mamme che dovevano festeggiare i 18 anni dei loro figli evitano il mio locale, non si fidano. E' un degrado che porta altro degrado e fa sì che ad esempio i turisti si sentano autorizzati ad orinare sul muro, un'azione che magari non si sognano nemmeno di fare nel loro Paese. Non si può andare avanti così".

Per De Nigris servono dunque più controlli e meno tolleranza. "Senza considerare l'aspetto sociale, i negozi ne risentono anche a livello commerciale - conclude l'esercente - già il centro storico ha problemi di parcheggio se poi un cliente deve correre anche il rischio di essere derubato evita di venire a fare acquisti".

 

Potrebbe interessarti

  • Incubo sveglia? 6 trucchi per diventare persone mattiniere

  • Realmente i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Salute: a Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

I più letti della settimana

  • Luminara 2019: programma, informazioni e misure per la sicurezza

  • Il Pisa torna in serie B: esplode la festa in città

  • Scontro fra tre auto a Pontedera, una si cappotta: tre feriti

  • Rapina due studenti, poi si getta in Arno per sfuggire alla Polizia

  • Torna il cinema sotto le stelle al Giardino Scotto: il programma di giugno

  • Elezioni comunali, Pontedera-Ponsacco-San Miniato: tris del centrosinistra

Torna su
PisaToday è in caricamento