Castellina Marittima, traslocatori rubano dalle case e altri rivendono al rigattiere: denunciati in 5

A finire nei guai per ricettazione una coppia di Rosignano, denunciati anche 3 traslocatori per appropriazione indebita in concorso. A far emergere il caso un'amica della vittima di un furto che ha riconosciuto i beni rubati in un mercatino dell'usato

Dopo aver subito un furto in casa aveva incaricato tre operai di sua fiducia di effettuare un trasloco di mobili ed oggetti dall’appartamento visitato dai ladri all’altro, ritenuto più sicuro. Poi dopo alcuni giorni l'amara sorpresa: tornata a casa si è accorta che oltre agli oggetti rubati in precedenza mancavano numerosi altri beni tra cui quadri, suppellettili e ceramiche. 

E' quanto capitato ad una donna romana, proprietaria di 2 appartamenti a Castellina Marittima. Per la vicenda sono finite nei guai 5 persone della zona: i tre traslocatori, denunciati per appropriazione indebita, e una coppia di Rosignano, denunciata per ricettazione. Ad operare sono stati i Carabinieri della stazione di Guarsitallo.

I FATTI. Ai primi di maggio la donna, dopo aver subito un furto in uno dei 2 appartamenti di sua proprietà, aveva incaricato tre operai, una 40enne di Cecina, una 45enne ed un 50enne di Castellina Marittima, di effettuare un trasloco di mobili dall’appartamento visitato dai ladri all’altro. La donna, fidandosi degli operai, gli aveva lasciato le chiavi di casa ed era rimasta a Roma mentre questi lavoravano. Tornata a casa dopo alcuni giorni si era però accorta che, oltre agli oggetti rubati in precedenza, ne mancavano molti altri.

Ai primi di luglio la donna veniva poi contattata da una sua conoscente che, mentre si trovava a Montescudaio per effettuare degli acquisti al 'mercatino dell’usato' aveva notato alcuni quadri che era certa appartenessero alla sua amica e nel dubbio li aveva acquistati. Dopo essersi rivolta ai Carabinieri la donna si era poi recata insieme ai militari dal rivenditore di oggetti usati. Qui aveva riconosciuto tra le merci esposte 9 oggetti di sua proprietà, prelevati da casa sua sia durante il furto che durante le operazioni di trasloco, per un valore complessivo di 500 euro.

Dai successivi accertamenti dei Carabinieri è emerso che a portare gli oggetti al rigattiere era stata una coppia di 40enni di Rosignano e che dal dicembre del 2014 la coppia ha portato al rivenditore un totale di 454 oggetti, per un valore complessivo di circa 5mila euro. Gli oggetti di sua proprietà sono stati riconsegnati alla donna, mentre per gli altri sono ora in corso gli accertamenti per stabilirne la provenienza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre traslocatori sono stati denunciati per appropriazione indebita in concorso mentre la coppia di Rosignano è stata denunciata per ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Toscana Aeroporti: Gina Giani rassegna le sue dimissioni

Torna su
PisaToday è in caricamento