In bici con due computer rubati sottobraccio: arrestato

L'uomo ha cercato di colpire i Carabinieri che lo hanno fermato. A finire in manette anche un 43enne sorpreso mentre stava rubando il portafoglio ad un turista

I computer rubati

Due arresti messi a segno nel pomeriggio di ieri, 26 settembre, a Pisa, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, insieme ai militari della Compagnia di Intervento Operativo di Firenze, nell'ambito di un servizio di contrasto al degrado urbano.
Il primo a finire in manette è stato un tunisino di 45 anni, responsabile di danneggiamento aggravato, resistenza a Pubblico Ufficiale e ricettazione di due computer. I militari lo hanno sorpreso mentre, in bicicletta, stava percorrendo via Mazzini e con sé aveva i due computer, provento di un furto commesso poco prima all’ospedale Santa Chiara. Dopo averlo fermato, il 45enne ha opposto resistenza, ingaggiando una fugace colluttazione, al termine della quale, tra l’altro, uno dei due computer si è danneggiato. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato rimesso in libertà, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in ottemperanza alle disposizioni attuative del codice.

Il secondo arrestato è stato invece un algerino di 43 anni, sorpreso mentre stava rubando il portafogli a un turista australiano, nei pressi della stazione ferroviaria. Una volta scoperto, l'uomo ha cercato di evitare la perquisizione dei militari, contro i quali ha tentato di sferrare alcuni colpi. Una volta bloccato, è stato condotto in caserma per le formalità di rito, e, infine, recluso in camera di sicurezza, in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato stamattina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento