Corte Sanac, tentano di rubare al negozio DivaEstetica: furto fallito grazie alla videosorveglianza

E' accaduto domenica sera. Il tentativo di sfondare la porta è stato visto in diretta, sul proprio smartphone, dalla moglie del titolare che ha avvertito le forze dell'ordine

Per tre volte hanno tentato invano di forzare la porta di ingresso ed entrare nell'attività. Poi l'arrivo delle forze dell'ordine li ha fatti scappare. E' quanto accaduto domenica sera, intorno alle 22.30, al centro DivaEstetica di Corte Sanac, a Porta a Mare. Il negozio nell'ultimo mese e mezzo è stato preso di mira dai ladri che in quattro occasioni sono entrati nell'esercizio, portando via contanti e prodotti per l'estetica. "L'area di Corte Sanac - spiega Alessandro Bini, titolare dell'attività - ha diversi problemi di sicurezza, soprattutto di notte. Fino a due mesi fa ero uno dei pochi in questa zona a non essere stato derubato, nelle ultime settimane la tendenza si è purtroppo invertita".

Il primo furto è stato circa un mese e mezzo fa. Tutte le volte i malviventi sono entrati forzando la porta di ingresso. "La prima volta - continua Bini - ci hanno portato via i soldi del fondo cassa, circa 200 euro, e un cellulare. Nel secondo e terzo furto hanno invece portato via prodotti di estetica per alcune migliaia di euro. A quel punto ho deciso di togliere ogni sera i prodotti dal negozio. Così l'ultima volta che sono entrati hanno trovato solo confezioni già aperte ed utilizzate in parte. Hanno portato via anche quelle".

Dopo le visite dei ladri l'imprenditore ha rafforzato le misure di sicurezza del proprio locale. "Visto che sono entrati sempre dalla stessa porta - prosegue Bini - abbiamo messo dei vetri infrangibili. Oltre a questo abbiamo installato anche un sistema di videosorveglianza con la possibilità di vedere le immagini riprese dalle telecamere direttamente sul cellulare". Ed è proprio grazie a queste due misure che è stato possibile sventare il furto di domenica sera: sarebbe stato il quinto in un mese e mezzo. "Tutto è accaduto intorno alle 22.30 - racconta Bini - mia moglie stava guardando le immagini sul cellulare quando ha visto due persone, giovani e di carnagione bianca, che stavano tentando si sfondare a calci la porta del negozio. A quel punto abbiamo avvertito le forze dell'ordine".

I malviventi hanno provato ad entrare più volte, fortunatamente senza riuscire nel loro intento. "Dalle immagini registrate si vede che, dopo il primo tentativo, i due si allontanano per poi ritornare con un bastone o una leva. Anche in questo secondo caso - racconta Bini - non sono però riusciti ad entrare. La scena si ripete poco dopo, con i due che si allontanano e poi tornano per tentare di forzare di nuovo la porta. Alla fine si vede che scappano, pochi secondi prima dell'arrivo di Polizia e Carabinieri: forse avevano un terzo complice, una 'vedetta' che li ha avvertiti dell'arrivo delle forze dell'ordine, intervenute sul posto dopo circa 10/15 minuti dalla nostra chiamata".

L'episodio è stato denunciato ai Carabinieri. "Abbiamo fornito loro le immagini riprese dalle nostre telecamere. Speriamo che possano essere utili per arrivare al riconoscimento dei due ladri".

Potrebbe interessarti

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Utilizzo del forno a microonde: attenzione alla salute

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento