Quarto furto da 'Romeo Pizza & Bistrot', il titolare: "Pisa al collasso, fossi stato solo avrei già chiuso"

L'intenzione di Matteo Anconetani è quella comunque di passare la mano. Vicinanza dall'amministrazione comunale: "L'impressione è quella di non essere più soli"

Uno dei vicoli su Lungarno Mediceo

Quarto colpo in pochi mesi al ristorante 'Romeo Piazza & Bistrot' di Lungarno Mediceo. Ancora una volta i ladri hanno forzato la porta sul retro, che dà sui vicoli, e hanno rubato quel poco che ormai è rimasto. Il furto è avvenuto nella notte tra venerdì 3 e sabato 4 agosto. "Non hanno rubato praticamente nulla perchè ormai ci hanno già portato via tutto - commenta sconsolato il titolare Matteo Anconetani - più che altro è stata danneggiata ancora la porta, una porta che a forza di essere aggiustata non ne può più e alla fine dovremo cambiarla". L'ultimo colpo nel locale del nipote del 'presidentissimo' Romeo risaliva allo scorso aprile. Matteo aveva annunciato già allora l'intenzione di vendere, un'idea che ora si rafforza.
"Se fossi stato da solo avrei chiuso già ieri sera, ma il locale va avanti per tutti i ragazzi che vi lavorano e che devono dare da mangiare ai loro figli, naturalmente la volontà è quella di passare la mano, di vendere, perchè mi sento impotente e non ho più voglia di andare avanti".

"Pisa ormai è diventata una città di serie B, per non dire peggio, basta spostarsi di pochi chilometri ed andare ad esempio a Lucca per vedere una realtà ben diversa - sottolinea Anconetani - ormai i turisti sono sempre meno perchè leggono che Pisa è insicura, mentre i pisani preferiscono andare a cena fuori città perchè qui sui lungarni abbiamo una ztl notturna vergognosa e inoltre rischi di essere preso a bottigliate". Per Anconetani bisognerebbe fare una 'pulizia profonda'. "Ci vuole l'Esercito, non dico di usare la violenza ma sicuramente allontanare dalla città, partendo dall'area della stazione, tutti gli irregolari - spiega il titolare del ristorante - Carabinieri, Polizia e vigili urbani fanno molto ma non hanno i numeri per essere incisivi: l'unica soluzione è ricorrere all'Esercito".

Anconetani descrive una situazione indecente per il centro storico di una città che ospita la Torre conosciuta in tutto il mondo. "L'impianto di videosorveglianza è ridicolo, le telecamere installate nelle strade non funzionano e quindi non servono a niente. Per non parlare poi della condizione dei vicoli: sono sporchi, maleodoranti, poco illuminati, la pavimentazione è sconnessa e gli anziani rischiano di cadere, inoltre sono terreno di spaccio, la droga è nascosta ovunque, ci sono tossici che si bucano senza preoccuparsi di chi hanno intorno. Pisa non merita davvero tutto questo".

Al titolare di 'Romeo Pizza & Bistrot', che aveva pubblicato un post su Facebook dove 'annunciava' l'ennesimo furto, è arrivata subito la vicinanza dell'amministrazione comunale e di Confcommercio. "Ringrazio il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi e gli assessori di Pisa Bonanno, Latrofa, Buscemi e Pesciatini, in particolare con l'assessore alla Sicurezza Bonanno ci incontreremo nei prossimi giorni: si è mostrata disponibile per darci una mano. La prima impressione di questa nuova amministrazione è positiva, certo non si possono risolvere anni di trascuratezze in un mese ma almeno si sono subito attivati. La battaglia è davvero dura, ci sono leggi italiane che non aiutano, ma l'impressione è di non essere più soli. Non dobbiamo subito criticare il nuovo sindaco ma supportarlo e vedere se con il tempo la situazione migliorerà".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento