Geotermia: i sindacati proclamano lo stato di agitazione in Enel Green Power

Lettera dei sindacati Cgil, Cisl e Uil alle prefetture di Pisa, Firenze, Siena, Grosseto e all’azienda: "No ai tagli del Governo"

Enel Green Power, i sindacati proclamano lo stato di agitazione. "Le segreterie regionali di Filctem-Cgil, Flaei-Cisl e Uiltec-Uil richiedono l’apertura delle procedure di raffreddamento e conciliazione come previsto dalle vigenti norme di legge e di contratto": inizia così la lettera che le tre sigle sindacali hanno inviato alle prefetture di Pisa, Firenze, Siena, Grosseto e all’azienda (che in Toscana occupa oltre 600 lavoratori diretti e muove un indotto di oltre mille addetti).

La motivazione della richiesta risiede nei tagli agli incentivi alla geotermia predisposti dal Governo. "Fino ad oggi - scrivono i tre sindacati - anche grazie agli incentivi sulla produzione geotermoelettrica, l’Italia ha assunto un ruolo da leader mondiale in questo settore. La Toscana copre oltre il 30% del fabbisogno elettrico regionale attraverso la coltivazione di una fonte universalmente riconosciuta rinnovabile e a basso impatto ambientale. Inoltre, importanti aree del territorio regionale, considerate zone a declino industriale (nelle province di Pisa, Siena e Grosseto), possono contare sulle ricadute occupazionali della geotermia e su quelle economiche collegate ai canoni e contributi di concessione".

Oltre a questo "non è da sottovalutare il fatto - scrivono i sindacati - che gli incentivi hanno permesso un continuo processo di ricerca e sviluppo su nuovi e più efficienti sistemi di abbattimento di gas climalteranti che stanno aprendo le porte a una nuova fase nella produzione di energia da fonte geotermica, riconosciuta anche dalla recente legge regionale sulla geotermia. Per tutte queste ragioni - concludono le organizzazioni sindacali - è nostra intenzione intraprendere iniziative sindacali di lotta e protesta (che coinvolgeranno i dipendenti della società Enel Green Power delle province di Pisa, Siena e Grosseto) prima delle quali chiediamo di essere convocati per esperire il previsto tentativo di conciliazione".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento