Certosa di Calci: si va verso la gestione unitaria dei due musei

Il Museo di Storia Naturale è attualmente gestito dall’Università di Pisa mentre il Museo Nazionale Certosa Monumentale dal Mibact. L'obiettivo è quello di ottimizzare la gestione del personale e dei flussi turistici

Ancora un passo avanti nella direzione della gestione unitaria della Certosa di Calci. All'interno del complesso monumentale si trovano infatti due musei di rilevanza nazionale ed internazionale: il Museo di Storia Naturale, gestito dall’Università di Pisa, ed il Museo Nazionale Certosa Monumentale, gestito dal Mibact. "A poco più di un mese dall’approvazione in seconda commissione della mozione sulla valorizzazione della Certosa di Calci - spiega la consigliera regionale del Pd, Alessandra Nardini - arrivano notizie positive dalla Giunta regionale che si è già mossa nella direzione della gestione unitaria delle due realtà museali individuata come possibile soluzione alla carenza di personale, oltreché per una migliore fruizione. Un obiettivo, di cui io mi sono fatta portavoce, per il quale si è speso da sempre anche il Comune di Calci: l’unificazione della gestione può avere un importante impatto sull’economia locale".

Certosa di Calci: manca il personale

La direzione Cultura e ricerca della Regione Toscana, d’intesa con il Mibact, l’Università di Pisa e il Comune di Calci, ha infatti costituito un tavolo tecnico per l’elaborazione dell''accordo di valorizzazione’. Il tavolo si è riuntio per la prima volta il 27 febbraio scorso e si è posto l’oiettivo di giungere in tempi brevi alla redazione del programma di valorizzazione, propedeutico all’accordo, e alla verifica della sostenibilità finanziaria. Nel frattempo, il Comune di Calci ha già sollecitato il Demanio, che è al lavoro con il MiBact e l’Università di Pisa, per la definizione degli spazi in concessione. Per cercare di ovviare ai problemi di accoglienza del pubblico sarà creata una biglietteria/punto informativo unico, dotato di metal detector e telecamere di videosorveglianza, nello spazio già deputato a questo servizio dal Museo di Storia Naturale.

"Come ho già avuto modo di dire - prosegue Nardini - il complesso museale della Certosa di Calci è una risorsa culturale importantissima per il territorio, per questo è fondamentale giungere ad una gestione più funzionale che garantisca facilità di accesso e ottimizzazione del personale. Bene, dunque, il lavoro messo in campo da Regione, Mibact, Università e Comune: l’auspicio, adesso, è continuare a lavorare insieme anche alle associazioni e ai comitati impegnati nella tutela e valorizzazione del complesso per raggiungere in tempi brevi l’obiettivo fissato. Da parte mia continuerò a seguire con attenzione la vicenda disponibile a fare la mia parte se ce ne fosse necessità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 9 e 10 novembre

  • Via Caruso: incendio nella facoltà d'Ingegneria

  • Forti temporali in arrivo: allerta meteo arancione

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

Torna su
PisaToday è in caricamento