Monte Serra: il presunto piromane resta in carcere

Il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di arresti domiciliari per il 37enne di Calci, ritenuto responsabile del rogo

Resta in carcere il presunto piromane del Monte Serra. Il Tribunale del Riesame infatti ha rigettato la richiesta del legale di Giacomo Franceschi di far uscire dal Don Bosco il 37enne, sostituendo la misura cautelare con i domiciliari.
Il giudice ha però respinto il ricorso, anche se per il momento non se ne conoscono le motivazioni.

Franceschi è in carcere dalla sera del 18 dicembre scorso, quando le indagini dirette dalla Procura di Pisa avevano concentrato i sospetti proprio sul volontario dell'Antincendio boschivo, che in un primo momento aveva parzialmente ammesso le proprie responsabilità, salvo poi ritrattare la sua versione, prendendo le distanze da quanto affermato in sede di arresto.
Il fermo di Franceschi aveva provocato profondo dolore nel mondo dell'Antincendio boschivo e nella stessa comunità di Calci dove Franceschi è residente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • I migliori sport e i trucchi per accelerare il metabolismo e dimagrire

  • Nubifragio in Valdera: allagamenti e disagi

  • Via le Rene: trovata auto incidentata cappottata nel fosso

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento