Gioco del Ponte: Tramontana vince alla bella l'edizione 2012

In migliaia sulla tribuna e i Lungarni per vedere il tradizionale Gioco del Ponte, vinto dalla parte di Tramontana con un 4 a 3 sulla parte di Mezzogiorno nell'ultima disputa (la bella), durata poco più di 6 minuti

L'ultimo sabato del Giugno Pisano si conclude con il tradizionale Gioco del Ponte e la vittoria della parte di Tramontana alla bella, disputata dopo il pareggio di 3 a 3 tra le magistrature. Così la gara si è definitivamente conclusa con un 4 a 3. Durante la bella, la parte di Mezzogiorno è stata battuta in poco più di 6 minuti. "Un grande Gioco con un grande futuro - ha dichiarato il sindaco Marco Filippeschi - Sono tanti i giovani appassionati. Ora cerchiamo più visibilità a livello internazionale”.

Le parole del sindaco sono state confermate dalla grande affluenza di cittadini e turisti: i 4 mila biglietti delle tribune hanno fatto il tutto esaurito con oltre 24 ore di anticipo, inoltre almeno 50mila persone hanno affollato i Lungarni per vedere la competizione e partecipare all'ultimo evento del Giugno Pisano.

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Peccato che il nostro Giugno Pisano sia già finito

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lorenzana: capanno in fiamme a causa di un corto circuito

  • Meteo

    Previsioni meteo per il weekend: piogge residue, poi bel tempo

  • Cronaca

    Canapisa, il Consiglio Comunale: "Sia svolta a rotazione anche in altri comuni"

  • Meteo

    Maltempo: vigilanza meteo per piogge, temporali e vento

I più letti della settimana

  • Il delfino dell'Arno è malato: sarà riaccompagnato in mare

  • San Giuliano Terme: anziano ritrovato senza vita

  • Visita sulle Mura Medievali: nuova apertura straordinaria gratuita

  • Università: gli atenei pisani fra i migliori d'Italia per l'Anvur nella ricerca

  • Viale delle Piagge, bocconi avvelenati: cani in pericolo

  • Via Francesco da Buti, rapina al supermercato: fermato un bandito

Torna su
PisaToday è in caricamento