Manifestazione regionale contro le mafie: a Pisa corteo con 5mila persone

Appuntamento il 21 marzo con la 'Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie'. Tanti appuntamenti in città per la memoria e l'impegno civico

Sono previsti oltre 5mila partecipanti in città per la manifestazione regionale in occasione della XXIII° edizione della 'Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie', che si svolgerà a Pisa mercoledì 21 marzo a partire dalle ore 9. Attesi 20 pulmann da tutta la Toscana, 2mila persone in treno e 1500 studenti da tutta la provincia.

Dal 1996, ogni 21 marzo, Libera promuove l'iniziativa nella convinzione che riflettere sul tema, per esercitare una memoria viva e significativa. Per ricordare e chiedere giustizia per le vittime, per ricostruire verità che permeano la storia del Paese.

La giornata sarà articolata in due momenti: la mattina si svolgerà il corteo per le vie della città che culminerà con la lettura in Piazza dei Cavalieri dei nomi delle oltre 950 vittime delle mafie di cui Libera è riuscita a ricostruire la storia; nel pomeriggio in una decina di luoghi del centro storico (aule universitarie, sedi istituzionali, cinema, teatri) si svolgeranno seminari tematici, laboratori e spettacoli con l'obiettivo di costruire consapevolezza ed accendere i riflettori su molte situazioni che segnalano una presenza mafiosa anche nella nostra regione.

Il corteo

Il concentramento dei partecipanti sarà alle ore 9 in Piazza Vittorio Emanuele II. Una piccola delegazione composta da rappresentanti istituzionali, forze dell'ordine e  alcuni familiari delle vittime, darà simbolicamente il via alla giornata dal vicino Piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa, per ricongiungersi a Piazza Vittorio Emanuele e da lì muoversi alle 9.30 con tutto il corteo per Corso Italia.

Giunti al termine del corso, il tragitto prevede di percorrere Lungarno Galilei, Ponte della Fortezza, Lungarno Mediceo per imboccare poi Borgo Stretto. Infine, per via Oberdan e via Consoli del mare, l'arrivo in Piazza dei Cavalieri, previsto intorno alle 11.

Qui ci saranno gli interventi del referente regionale di Libera don Andrea Bigalli, del sindaco di Pisa Marco Filippeschi e di un rappresentante della Regione; a seguire la lettura degli oltre 950 nomi di vittime innocenti delle mafie (con il sottofondo musicale di archi dell'Orchestra dell'Università di Pisa diretta da Manfred Giampietro), dalla fine dell'800 ad oggi. Sul palco ricavato dalla scalinata della prestigiosa facciata di Palazzo della Carovana si alterneranno a leggere i nomi i familiari stessi delle vittime innocenti delle mafie, rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell'ordine, della magistratura, autorità religiose e membri delle organizzazioni sindacali, delle cooperative, delle associazioni e delle scuole del territorio.

Saranno presenti alcuni familiari di vittime innocenti delle mafie: Alice Grassi figlia di Libero Grassi; Giovanna Pagliuca sorella di Genovese Pagliuca; Riccardo Guazzelli figlio di Giuliano Guazzelli; Piera Tramuta sorella di Calogero Tramuta; Pietro Trapassi fratello di Mario Trapassi; Marina Grasso figlia di Vincenzo Grasso; Gianfranco Di Tella cugino di don Peppe Diana; Teresa Fiume sorella di Angela Fiume.

Modifiche al traffico

Le strade interessate dal corteo saranno chiuse al traffico veicolare al passaggio della manifestazione. Inoltre:

- divieto di sosta  7 alle 20 sul lungarno Fibonacci lato Arno e da Ponte delle Vittoria all'ingresso del giardino Scotto lato opposto. Dalle ore 17 del 20 marzo e fino alle ore 20 del 21 marzo divieto di sosta con rimozione coatta lato Nord nei primi 20 metri di via Dini a partire da Piazza dei Cavalieri;

- divieto di transito veicolare dalle 10 alle 13 in Piazza Cavalieri;

- Abrogazione dell'area pedonale in via San Martino da Vicolo del Moro a Corso Italia dalle 10 alle 10.30;

- inversione del senso unico di marcia in via Palestro, tratto da Via Cavour a Via Verdi, dalle 9.30 alle 11.

Eventi pomeridiani

Dopo una pausa per il pranzo, a partire dalle 15, il pomeriggio sarà dedicato all'offerta formativa, rivolta tanto ad un pubblico adulto quanto alle scolaresche. Il tema della giornata è 'Solchi di verità e giustizia'.

Per i più giovani sono previsti 4 laboratori interattivi, per gli adulti 8 seminari tematici e poi uno spettacolo teatrale, un cineforum e per concludere la giornata, alle ore 21, un concerto in Piazza Gambacorti del gruppo di canto popolare Populalma.

Tra gli eventi il Comune di Pisa, presso la Sala delle Baleari, ospita due iniziative nelle quali i partecipanti saranno accolti da Marilù Chiofalo assessore alla legalità che ha curato l'organizzazione della giornata per l'amministrazione.

- Alle ore 15 seminario dal titolo 'Le modifiche al Codice antimafia e le buone pratiche della pubblica amministrazione', organizzato dal Coordinamento Provinciale per la Legalità insieme ad Avviso Pubblico, Anci e Comune di Pisa. Dopo i saluti di Francesca Brogi, Presidente Coordinamento Provinciale Per la Legalità, e Catia Cavallini, Coordinatrice provinciale di Avviso Pubblico, spazio ai relatori: l'assessore alla legalità del Comune di Campi Bisenzio, Luigi Ricci e Marzia Venturi segretario generale e responsabile anticorruzione del Comune di Pisa. Per 'Avviso Pubblico': Mina Canarini, assessore alla legalità del Comune di Vecchiano. Saranno presenti il professore di diritto costituzionale Emanuele Rossi della Scuola Superiore Sant'Anna e Liuba Guidotti di Anci Toscana.

- Alle ore 18 presentazione del libro 'Dalla Chiesa' storia del generale dei carabinieri che sconfisse il terrorismo e morì a Palermo ucciso dalla mafia. Dopo i saluti di Marilù Chiofalo e del Maggiore dei Carabinieri Cristina Spina interverrà l'autore del libro Andrea Galli, giornalista del Corriere della Sera.

SEMINARI

1- Come sospesi tra due mondi: il caporalato oltre miti e leggende (In collaborazione con l'associazione Altrodiritto)
Presso: Scuola superiore Sant'Anna Aula magna, Piazza Martiri della libertà, 42

2- Accesso alle cure sanitarie: diritto di tutti o privilegio per pochi (In collaborazione con Emergency Pisa)
Presso: Università degli studi di Pisa Polo Piagge,via Giacomo Matteotti, 11 aula F1

3- Le modifiche al Codice antimafia e le buone pratiche della Pubblica Amministrazione (In collaborazione con Avviso Pubblico)
Presso: Sala delle Baleari - Comune di Pisa: via Degli Uffizi, 1

4- Toscana in pericolo: infiltrazioni mafiose, azione giudiziaria e della società civile. Presentazione del rapporto della Scuola Normale Superiore
Presso: Scuola Normale Superiore, Sala azzurra - Piazza dei Cavalieri

5- La Toscana dei reati ambientali e dei traffici di rifiuti. Il quadro della situazione, l'impatto sulla salute, le possibili azioni di prevenzione e contrasto alla portata del cittadino responsabile.
Presso: Scuola Normale Superiore, aula Bianchi di lettere - Piazza dei Cavalieri

6- La corruzione tra impresa, politica, università (In collaborazione con il Master APC di Pisa)
Presso: Università degli studi di Pisa Polo Piagge, via Giacomo Matteotti, 11 aula G1

7- La mafia come impresa; analisi del sistema economico criminale e delle politiche di contrasto. Presentazione del volume 'L'impresa Mafiosa' di Guido M. Ray
Presso: Scuola superiore Sant’Anna Aula 3, Piazza Martiri della libertà, 42

8- Uscire dai debiti senza cadere nella rete dell'usura. A cura della Camera di Commercio di Pisa
Presso: Camera di Commercio di Pisa - Piazza Vittorio Emanuele II, 5 (Auditorium A. Pacinotti).

LABORATORI E SPETTACOLI

- (In)canto vicile (in)formazione. Racconti e canti di Memoria e di riscatto (di e con Alfonso De Pietro)
Presso: Sala grande Leopolda Piazza Federico Domenico Guerrazzi, 11

- Laboratorio di monitoraggio civico: mafia, corruzione, fake news... e dove trovarle. A cura del coordinamento provinciale di Libera Pisa
Presso: Unipi Polo Piagge, Via Giacomo Matteotti, 11 aula H1

- Laboratorio su migranti e diritti umani. A cura della sezione di Pisa del CNGEI
Presso: Bastione Sangallo Lungarno Leonardo Fibonacci, 2

- Laboratorio sul gioco d'azzardo. A cura delle sezioni di Pisa di Agesci e CNGEI
Presso: Bastione Sangallo Lungarno Leonardo Fibonacci, 2

- Spettacolo teatrale a cura di Teatro gruppo popolare 'Peppino: amore non ne avremo'
Presso: Area teatro nuovo Piazza della Stazione, 1

- Film 'In nome della legge' di Pietro Germi, 1949. Con l'intervento conclusivo di Andrea Bigalli, referente regionale di Libera
Presso: Cinema Arsenale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, nella vigilia della Giornata, il 20 marzo si terrà una veglia interreligiosa per le vittime innocenti delle mafie, con inizio alle 21 presso la Stazione Leopolda, alla quale parteciperanno con una loro testimonianza alcuni familiari: Giovanna Pagliuca, sorella di Genovese Pagliuca e Riccardo Guazzelli, figlio di Giuliano Guazzelli. La veglia è promossa dal Gruppo di impegno ecumenico di Pisa insieme all'Associazione Culturale Islamica di Pisa e dopo un'introduzione del referente regionale di Libera don Andrea Bigalli, accoglierà le riflessioni dell'Arcivescovo Giovanni Paolo Benotto, del pastore valdese Daniele Bouchard e del presidente del Centro culturale islamico Mohammad Khalil. La Veglia sarà preceduta alle 20.50 da una overture musicale della Orchestra della Rete per la Musica di Pisa diretta dal maestro Stefano Barandoni.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento