Reati ambientali: il Comune di Pisa si dota di ispettori

Intesa fra Palazzo Gambacorti ed Anpana per rendere pubblici ufficiali le Guardie Ecozoofile con poteri sanzionatori. Il coordinamento spetterà alla Polizia Municipale

Il Comune di Pisa ha siglato un accordo con l’Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente (ANPANA) di Pisa, per l’inserimento nell’organico Comunale della figura dell’Ispettore ambientale. Tale figura, in sinergia con la Polizia Municipale, opererà sul territorio al fine di prevenire reati contro l’ambiente e di far rispettare le ordinanze.

Sarà quindi un Pubblico Ufficiale che potrà elevare sanzioni, nell’immediatezza in cui venga rilevata l’infrazione. L’Anpana, da svariati anni, dispone sul territorio pisano delle Guardie Ecozoofile, conosciute ed apprezzate per il loro operato da molti cittadini e già attivamente operanti anche con le strutture Comunali. Agli Ispettori Ambientali Anpana si uniranno anche alcuni componenti dell’ufficio ambiente del Comune, già decretati Ispettori, al fine di rendere ancor più professionale e ricca di esperienza l’azione sul territorio.

Il presidente Anpana, Michele Mennucci, che riveste anche la qualifica di Dirigente Provinciale delle Guardie Ecozoofile, ha firmato mercoledì scorso la convezione, insieme al Comandante della Polizia Municipale, Michele Stefanelli. Con la firma della convenzione i volontari dell’Anpana, insieme ad alcuni componenti dell’ufficio ambiente, saranno ufficialmente coordinati dalla Polizia Municipale per svolgere in maniera continua il servizio di controllo dei reati contro l’ambiente. L’introduzione di queste figure non avrà costi per il Comune di Pisa e permetterà di avere molti più occhi attivi sul territorio.

L’assessore Bedini, con delega alle politiche per l’ambiente, commenta: "Il controllo, il rispetto delle regole e soprattutto il sanzionamento dei comportamenti che non rispettano le leggi e le ordinanze sono la priorità della Giunta Conti e per me un passaggio imprescindibile nel lavoro di ristrutturazione del sistema. L'aspetto dei controlli fino ad oggi è stato a mio avviso sottovalutato: investire in termini economici e di personale in questo ambito, come stiamo facendo, significa rispondere a una delle più stringenti esigenze dei pisani, che da anni giustamente denunciano malfunzionamenti nel sistema di pulizia e nella repressione dei fenomeni di degrado".

Anpana Pisa ha ringraziato il sindaco di Pisa Michele Conti, il vicesindaco Raffaella Bonsangue, l’assessore Filippo Bedini ed il Responsabile della Direzione Ambiente Marco Redini, per aver creduto nel progetto ed aver velocizzato un percorso già presentato da molti mesi, finalmente realizzato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Annullato lo spettacolo 'Up&Down' di Ruffini in Piazza dei Cavalieri

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento