Filiera corta: ai Passi arriva il mercato contadino

Nelle prossime settimane il via alla sperimentazione che durerà 6 mesi. L'iniziativa si svolgerà tutti i martedì pomeriggio in Largo Ippolito Nievo

Valorizzare la tipicità e la provenienza dei prodotti agricoli locali e dotare il quartiere di un servizio richiesto dai residenti. La Giunta comunale di Pisa ha approvato nei giorni scorsi una delibera con la quale viene istituita, in via sperimentale, la realizzazione di un mercato contadino nel quartiere de I Passi. La sperimentazione verrà attuata nelle more di approvazione del nuovo Piano del Commercio, tutti i martedì pomeriggio, dalle ore 14.00 alle 20.00, in largo Ippolito Nievo, per la durata di 6 mesi.

"Al momento stiamo chiudendo gli ultimi accordi - spiega l'assessore al Commercio, Andrea Ferrante - l'iniziativa partirà quindi nelle prossime settimane. L'idea è quella di valorizzare la filiera corta dotando il quartiere di un servizio molto richiesto dai cittadini. La sperimentazione ci permetterà anche di lavorare nell'ottica del progetto di riqualificazione de I Passi all'interno del quale è prevista anche la realizzazione di un piccola area mercatale".

L'organizzazione e la gestione della manifestazione sarà affidata alla Cia (Confederazione Italiana Agricoltori). Insieme alla delibera la Giunta ha approvato anche un documento che disciplina le modalità di vendita e le regole di comportamento alle quali l'organizzatore dovrà attenersi e che dovrà far rispettare ai produttori. Il mercatino sarà composto da un numero massimo di 6 stand delle dimensioni di 3x2 metri quadrati con due postazioni che potranno essere occupate anche da imprenditori agricoli provenienti da regioni diverse dalla Toscana. 

La decisione della Giunta deriva da alcune considerazioni. Prima tra tutte "l'aumento costante della domanda di prodotti agricoli registratosi negli ultimi anni e la sempre maggiore attenzione alla qualità dei prodotti alimentari".  "Da tempo - si legge inoltre nella delibera - si sono svolte iniziative tese alla promozione di prodotti tipici della campagna pisana, sull’esempio di altre città toscane dove sono stati istituiti veri e propri mercati contadini nell’ambito dei progetti regionali denominati della filiera corta".

Esperienze simili "già avviate in diversi paesi sia europei che extraeuropei - si legge ancora nella delibera - e in crescente numero anche in Italia, ben rispondono alla crescente domanda dei consumatori che chiedono qualità, affidabilità e prodotti naturali che rappresentino il territorio, nonché il contatto diretto con i produttori quale indice di garanzia di origine dei prodotti", contribuendo "non solo alla promozione e alla valorizzazione dei prodotti a livello locale, ma anche al risanamento e all’animazione dei centri storici delle città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Muore a 29 anni farmacista pisana affetta da Sla

Torna su
PisaToday è in caricamento