Calambrone: strade al buio per un furto di cavi elettrici

Via delle Mimose, via delle Gardenie e Via De André dal 24 gennaio sono senza illuminazione pubblica. La vicenda è stata affrontata oggi, giovedì 9 febbraio, in Consiglio Comunale

Una strada al buio (foto d'archivio)

Intere strade completamente al buio a causa del furto dei cavi elettrici. Accade a Calambrone. Dal 24 gennaio scorso alcune vie della località balneare (via delle Mimose, via delle Gardenie e Via De André) sono infatti senza illuminazione pubblica. E così rimarranno almeno fino alla fine di febbraio. Una situazione che coinvolge circa un centinaio di famiglie le quali, già da tempo, hanno segnalato la problematica all'amministrazione comunale.

La questione è stata sollevata oggi, giovedì 9 febbraio, con un question time in Consiglio Comunale della capogruppo di Forza Italia-Pdl, Virginia Mancini. "Già dal 25 gennaio - ha detto la Mancini - i cittadini della zona hanno fatto diverse comunicazioni al server per servizio segnalazioni del Comune di Pisa. Nonostante questo, ad oggi, i lampioni risultano però ancora fuori uso".

Un 'disservizio' dovuto, come ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Serfogli, al furto dei cavi elettrici. "Gli impianti non funzionano - ha detto l'assessore - perchè si è verificato un furto dei cavi elettrici in alluminio. Si tratta di episodi purtroppo già accaduti anche in passato, anche se non si verificavano da un po' di tempo. Ad ogni modo abbiamo attivato gli uffici ed è stato redatto anche un verbale di somma urgenza, con la relativa determina che è già stata finanziata ed è già esecutiva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ripristinare l'illuminazione pubblica serviranno circa 12mila euro, ma saranno necessari ancora diversi giorni prima di tornare alla 'normalità'. "La ditta che si occupa di gestire il Global Service dell'illuminazione è già stata incaricata di sostituire i cavi - ha continuato l'assessore - il problema è che si dovranno reperire dei cavi in alluminio e non in rame, e questo richiederà dei tempi più lunghi. Entro la fine di febbraio - ha concluso l'assessore Serfogli - l'illuminazione dovrebbe essere ripristinata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento