sabato, 01 novembre 7℃

Tagli e gravi disagi: la Provincia blocca tutti gli impegni di spesa

La giunta provinciale ha deliberato lo stop a tutti gli impegni di spesa corrente (per servizi e generali) come conseguenza dei tagli stimati per il 2012 e 2013

Redazione 10 agosto 2012

La spending review ha portato ad un immediato blocco degli impegni sulla spesa pubblica, come conseguenza dei tagli  per il 2012 (5,4 milioni di euro) e per il 2013 (10,8 milioni di euro). I tagli sono previsti dal Decreto Legge n° 95, del 6 luglio scorso. Questa mattina, a  causa della difficile situazione economica, il presidente della Provincia ha consegnato nelle mani del Prefetto Francesco Tagliente un documento sul 'disagio estremo' del Consiglio provinciale rispetto alle problematiche e ai limiti del processo di riforma".

"L'impatto della spending review toglie qualsiasi possibilità di azione dell'ente - spiega il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni - e prefigura, per il 2013, una situazione di dissesto finanziario, rendendo impossibile la predisposizione di un bilancio in pareggio e la gestione dei servizi come strade, scuole, ambiente e trasporto pubblico".

"A settembre  - prosegue il presidente della Provincia - dovremo approvare una manovra di contenimento della spesa, sia per la parte corrente che per quella degli investimenti, in grado di assorbire i tagli, con lo scopo di rispettare il patto di stabilità e mantenere gli equilibri di bilancio per l'anno in corso. Dal 2013 non c'è alcuna possibilità di trovare l'equilibrio tra entrate ed uscite"

Annuncio promozionale

"Lo squilibrio - conclude Pieroni -  è dato dal fatto che per la prima volta la Provincia di Pisa non riceverà più trasferimenti e anzi paradossalmente dovrà versare allo Stato oltre un milione di euro".

spending review
spesa pubblica

Commenti