La Fontina: affidati gli impianti sportivi alla 'Nuova Periferia Polivalente'

Assegnazione diretta per 6 mesi da parte della Provincia di Pisa alla neonata associazione, figlia dal comitato che negli anni ha occupato e sistemato gli spazi abbandonati

Uno degli spazi della palestra (Foto pagina Facebook Palestra Popolare La Fontina)

Dopo oltre 6 anni di occupazione gli impianti sportivi de La Fontina sono stati assegnati provvisoriamente alla neonata associazione 'Nuova Periferia Polivalente', soggetto direttamente derivante dall'omonimo comitato che si è occupato in tutto questo tempo del recupero e della gestione degli spazi assunti in consegna nel 2012 durante la manifestazione 'Occupy Pisa'. Ad annunciarlo è stato il segretario dell'associazione e membro del comitato Gianfranco Scuotri.

La Provincia di Pisa ha assegnato in via diretta gli spazi per 6 mesi, prorogabili per altri 6. Per l'associazione si tratta di "non un punto di arrivo, ma un nuovo punto di partenza", perché si tratta di "un tempo veramente troppo breve per poter progettare e realizzare gli interventi di cui quest'area avrebbe realmente bisogno". Il riconoscimento formale è comunque un bel traguardo, per questo gli attivisti informano che "vogliamo lanciarci senza riserve in questa nuova sfida e per poter affrontare le future spese abbiamo deciso di chiedere un sostegno alle tantissime persone che in questi sei anni e mezzo ci hanno manifestato la propria solidarietà e vicinanza. Abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding intitolata 'Illuminiamo lo sport popolare!'".

Fino ad ora le sistemazioni nei vari campi di calcetto, tennis, basket, calcio a 11 e nella 'palestra popolare' erano state possibili grazie al lavoro volontario degli occupanti e degli abitanti dei quartieri limitrofi, con piccoli eventi di autofinanziamento. L'intento della 'Nuova Periferia Polivalente' è quello ora di spingere ancora di più sul progetto di recupero: "In base all'entità delle donazioni che riusciremo a raccogliere, oltre ai soliti eventi di autofinanziamento che svolgiamo in polisportiva, intendiamo: mettere a norma l'impianto elettrico degli spazi chiusi (ex-spogliatoi e tensostruttura); provvedere all'illuminazione del passaggio pedonale fra via Pratale e via Carducci; ripristinare l'illuminazione dei quattro campi piccoli (calcetto, basket, tenni e pallavolo); ripristinare l'illuminazione del campo da calcio a undici".

Ad appoggiare l'iniziativa è anche il noto fumettista romano 'Zerocalcare', che ha disegnato il logo della campagna. Il simbolo sarà utilizzato inoltre per realizzare maglie e felpe per i sostenitori. "Il nostro obiettivo - scrive in una nota l'associazione - era e rimane quello di sottrarre uno spazio pubblico alle ipotesi di privatizzazione e speculazione; per questo crediamo che la strada da percorrere sia quella di trasformarlo in un Parco Pubblico dello Sport. Un eventuale futuro bando dovrà prevedere l'utilizzo in forma gratuita degli impianti, come è al momento, altrimenti risulterà inaccettabile".

copertina crowd palestra popolare-2

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Via Sesia: fiamme in un appartamento

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

  • Pioggia e temporali in Toscana: scatta l'allerta

Torna su
PisaToday è in caricamento