Importazione e vendita sul web di prodotti contraffatti: scoperto laboratorio dalla Finanza

Le indagini online delle Fiamme Gialle di Pisa hanno portato ad un deposito-fabbrica a Fucecchio. Denunciato un 50enne

Un'indagine di alcuni mesi della Guardia di Finanza di Pisa ha permesso di individuare e smantellare un giro di contraffazione con il sequestro di migliaia di componenti per capi di abbigliamento ed accessori falsi, tenuti in un deposito a Fucecchio. A finire denunciato alla Procura della Repubblica di Firenze è stato un cittadino cinese di 50 anni per fabbricazione, importazione e commercio di merce contraffatta.

Il sistema è legato all'importanzione di merci e marchi contraffatti direttamente dai 'paesi a rischio', soprattutto dell'estremo oriente, con i prodotti che transitano dall'aeroporto Galilei. Le analisi delle Fiamme Gialle pisane su alcuni siti di vendita online, condotte con funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Pisa, ha permesso di individuare le singole spedizioni, riuscendo anche a risalire ad uno dei commercianti dell'illecito. Una volta trovato l'indirizzo, il blitz presso il domicilio del 50enne ha permesso di scoprire un vero e proprio laboratorio di assemblaggio di accessori e capi di abbigliamento.

Per avere un esempio del peso di questo commercio illecito, monitorato tramite analisi sul web per individuare a colpo sicuro i casi critici, in solo pacco sono stati rinvenuti oltre 30 chili di etichette false di note griffes.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

Torna su
PisaToday è in caricamento