Università: inaugurata la terza edizione del master in Building Information Modeling e BIM Manager

Il corso ha avuto un boom di iscrizioni, con 85 domande provenienti da enti pubblici e dal mondo delle professioni

È stata inaugurata giovedì 8 novembre, alla Scuola di Ingegneria, la terza edizione del master di II livello dell'Università di Pisa in Building Information Modeling e BIM Manager. La lezione di apertura è stata tenuta dal professor Paolo Fiamma, direttore del Master, ed è stata preceduta dai saluti portati dal prorettore vicario, Nicoletta De Francesco, dal presidente della Scuola di Ingegneria, Alberto Landi, dal direttore del dipartimento di Ingegneria dell'energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni (DESTeC), Umberto Desideri. Subito dopo sono intervenuti il presidente della Camera di Commercio di Pisa, Walter Tamburini, e gli assessori comunali all'Urbanistica, Massimo Dringoli, e ai Lavori pubblici, Raffaele Latrofa.

Il master ha avuto quest'anno un boom di iscrizioni, con 85 domande accolte tra le quali molte provenienti da enti pubblici e dal mondo delle professioni, a testimonianza del grande interesse e delle notevoli prospettive che si aprono per coloro che vogliono percorrere un percorso professionalizzante sul tema della Building Information o meglio della modellazione delle costruzioni attraverso un sistema ad 'oggetti orientati'. Anzi ci deve essere correlazione continua fra modello 3D orientato a oggetti e processo, senza la quale non esiste BIM. Con il BIM si possono attribuire ed elaborare molti livelli di informazione relativi a una costruzione, che sia un edificio oppure una infrastruttura, e questo porta vantaggi sia in fase progettuale che realizzativa e manutentiva. Il BIM infatti rappresenterà lo standard secondo cui svolgere le procedure relativa agli appalti pubblici, imponendo una modifica sostanziale nel modo di progettare, eseguire e fare manutenzione nel tempo a una costruzione.

"Hanno riscosso molto successo - ha detto il professor Paolo Fiamma - i nuovi indirizzi che il master ha individuato per questa terza edizione, perché orientati a precisi ambiti di specializzazioni indipendenti. Quello pisano è infatti l’unico master a offrire questo livello di specializzazioni: strutture (incluso insegnamento del software Tekla); beni monumentali (con applicazioni specifiche “Heritage BIM”); infrastrutture stradali e ferroviarie (incluso insegnamento del software CIVIL 3D); parametric design (incluso insegnamento di software generativi)".

Il master costituisce anche un luogo d’incontro fra domanda e offerta per l’utilizzo della nuova metodologia BIM e la digitalizzazione della filiera del settore delle costruzioni, da un lato formando professionisti capaci di rispondere alle nuove esigenze professionali e del mercato, dall’altro rappresentando un centro di competenze per il territorio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bientina: scritte antisemite sui giochi per bambini

  • Cronaca

    Acquedotto Mediceo: "Altro che demolizione, meriterebbe restauro e valorizzazione"

  • Cronaca

    Calcio giovanile: direttore sportivo aggredito dai genitori in tribuna

  • Meteo

    Meteo, arriva la neve (anche a quote medio-basse)

I più letti della settimana

  • Rapisce, droga e violenta una donna per giorni: arrestato 54enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 17 e 18 novembre

  • Albero crolla su un'auto lungo la Tosco-Romagnola: ferito il conducente

  • Il Comune di Pisa esce dalla rete 'Ready': niente più politiche per i diritti LGBTI

  • Programma di mandato: ecco gli obiettivi del sindaco Conti

  • Investito di notte sull'Aurelia, muore 23enne: arrestato il conducente

Torna su
PisaToday è in caricamento