Porta a Mare, inaugurati i nuovi 'palazzoni': già venduta la metà degli appartamenti

Ottantotto appartamenti già pronti, da vendere anche a prezzo convenzionato per le famiglie alla ricerca della prima casa. Completano la riqualificazione il supermercato Coop, la piazza e la pista ciclabile

I due 'palazzi gemelli' a Porta a Mare

Sono stati inaugurati sabato mattina i 'palazzi gemelli' di Porta a Mare, i due edifici ad uso abitativo della cosiddetta Umi 1 di 'Ville Urbane', ossia la prima parte del progetto di riqualificazione urbanistica dall’area ex Saint Gobain dello storico quartiere operaio seguito dal consorzio d’imprese composto da Cmsa di Montecatini Terme, La Rinascita di Cascina e Braccianti di Vicopisano.
Ottantotto appartamenti in tutto che spaziano dal bilocale fino all’attico con vista su Piazza del Duomo e San Rossore, la metà dei quali (praticamente uno dei due edifici), su richiesta dell’amministrazione comunale, destinati ad essere ceduti a prezzo convenzionato a famiglie alla ricerca della prima casa. Ai due palazzi vanno aggiunti, per completare le realizzazioni previste dalla 'Umi 1', il nuovo supermercato della Coop, la palazzina proprio al di sopra del centro commerciale destinata ad ospitare uffici e tutte le altre opere di urbanizzazione (oltre alla nuova piazza centrale che è stata anche dotata d’impianto d’illuminazione a led), ovvero la rotonda di Ponte a Piglieri che ha sostituito il semaforo all’incrocio fra l’Aurelia e via Livornese, ma anche della tratto di pista ciclabile che include il sottopasso per andare dall’area lungo via del Chiassatello a quella lungo via Aldo Moro, i parcheggi lungo la stessa via del Chiassatello e la realizzazione della nuova fognatura e delle reti di acqua e gas e le canalizzazioni per la fibra ottica.

In tutto fanno poco meno di 40 milioni di euro d’investimento già spesi per un progetto di riqualificazione urbanistica che affonda le radici nell’accordo del luglio 2007 fra amministrazione e Saint Gobain, intesa che ha scongiurato il trasferimento all’estero del sito produttivo pisano consentendo alla multinazionale del vetro d’investire circa cento milioni di euro nella realizzazione del nuovo forno, e dato il là alla riqualificazione dell’area di 35mila metri quadrati in cui fino a pochi anni fa sorgeva una parte dello stabilimento del colosso francese.

Nel dettaglio il 6 marzo scorso è stato inaugurato il nuovo supermercato Coop di Porta a Mare e in precedenza  è stata la volta dell’apertura della nuova rotatoria all’incrocio di Ponte a Piglieri con tanto di sottopasso ciclopedonale e riqualificazione dell’area di sosta lungo via del Chiassatello, interventi per un 1,7 milioni di euro realizzati da 'Ville Urbane' a scomputo degli oneri di urbanizzazione e che vanno ad aggiungersi a quelli realizzati all’interno dell’area residenziale, come la piazza centrale, i parcheggi, l’illuminazione e il verde pubblico e le reti di fognature, gas, acqua, elettricità, telefono e dati per ulteriori 1,4 milioni d’interventi.

"A fine novembre abbiamo completato pure il palazzo con appartamenti in vendita a prezzo convenzionato  e a dicembre, come avevamo annunciato, pure l’altro edificio con destinazione residenziale e quello che diverrà sede di uffici, completando così tutti gli interventi della cosiddetta 'Umi 1', ossia la prima delle quattro fasi in cui si articola il progetto complessivo del nuovo polo residenziale di Porta a Mare" ha affermato il presidente del Consorzio 'Ville Urbane' Adolfo Braccini, soddisfatto anche per la buona risposta ottenuta dal mercato nonostante la crisi: "Già una quarantina degli 88 appartamenti realizzati nei due edifici sono già stati venduti, oltre la metà dei quali a prezzo convenzionato per famiglie alla ricerca della prima casa".

Molto contento anche il primo cittadino, per il quale è molto importante "non dimenticarsi da dove siamo partiti sette o otto anni fa, ossia dal rischio di perdere le diverse centinaia di posti di lavoro assicurati dalla principale industria della città, la Saint Gobain appunto, di cui sarebbero probabilmente rimasto solo lo scheletro degli stabilimenti".

PREZZI. Il costo medio a metro quadro spazia dai 2.400 euro per le abitazioni vendute a prezzo agevolato per coppie alla ricerca della prima casa ai 2.800 per quelle vendute al di fuori della convenzione, valori decisamente appetibili considerato che si tratta di appartamenti nuovi, allestiti secondo i più alti standard in termini di comfort e consumi energetici, e soprattutto tutti corredati di box auto al coperto, posto macchina esterno e cantina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Vista duomo? Vista parco? Vista ciminiere!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bancarelle in piazza Duomo, no del ministro: "Dovrà decidere l'amministrazione"

  • Cronaca

    Vento, forti raffiche nel pisano: la diretta della giornata

  • Cronaca

    Stazione, locale ritrovo di pregiudicati: chiuso

  • Cronaca

    Calcinaia: ubriaco al volante fermato mentre va a zig zag

I più letti della settimana

  • Via delle Torri, incidente tra due auto: una finisce ribaltata

  • Meteo, primavera già finita: tornano freddo e vento

  • Bottiglia in testa mentre passeggia in centro: ferita una ragazza

  • Vento forte a Pisa e in Toscana: allerta meteo arancione

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 23 e 24 marzo

  • "Sono incinta": l'annuncio di Susanna Ceccardi per la festa del suo compleanno

Torna su
PisaToday è in caricamento