Incendio in appartamento: la SdS assiste gli evacuati

La Società della Salute ha monitorato la situazione fornendo assistenza alle famiglie che sono state momentaneamente allontanate dalle loro abitazioni

Supporto da parte della Società della Salute della Zona Pisana questa mattina, 23 agosto, in via Sesia a Porta Nuova a Pisa, dove è divampato un incendio in un appartamento di una palazzina. Un rogo, scoppiato per una pentola lasciata sul fuoco in cucina, che ha provocato ingenti danni all'edificio con il crollo di una parte del tetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allertate dalla Protezione Civile, coordinate dalla responsabile Maria Atzeni, sono state presenti per tutta la mattina un’assistente sociale e un’operatrice dell’emergenza abitativa della Sds. Un intervento che, in primo luogo “ha consentito di trovare un’albergazione d’emergenza a una studentessa fuori sede che non aveva soluzioni alternative e a cui assicureremo anche sostegno psico-sociale pure per i prossimi giorni perché molto provata dall’evento” ha fatto il punto a fine mattinata la presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini.

“Abbiamo avuto colloqui anche con le altre cinque famiglie residenti nell’edificio e verificato che, come comprensibilmente capita spesso in questi casi, tutte preferivano appoggiarsi provvisoriamente da parenti o amici - ha proseguito Gambaccini - una signora invalida si è trasferita provvisoriamente nell’abitazione di un parente del marito e in questo caso abbiamo provveduto prontamente a spostare nella nuova residenza provvisoria l’assistenza infermieristica di cui beneficiava e verificato che tutte le altre quattro famiglie avessero trovato una sistemazione idonea ad ospitarli da parenti o amici. In ogni caso - ha concluso Gambaccini - i sei nuclei familiari coinvolti saranno visitati a domicilio già la prossima settimana per valutare eventuali altre necessità di sostegno e accompagnamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento